cartoonspoiler – “One Piece” puntata 442

Ascolta con webReader

In collaborazione con Dan Petrillo eccovi la puntata di One Piece numero 442. Buona lettura:

ATTENZIONE CONTIENE SPOILER!!!

Riassunto: Rufy, iva e Inazuma arrivano finalmente al livello 6, L’Inferno Eterno, dove solo i peggiori criminali al mondo vengono rinchiusi. Il loro intervento tuttavia arriva troppo tardi; il trasferimento di Ace è già iniziato e Magellan in persona si è occupato di portarlo fin dalla Marina. Il patibolo a Marineford è pronto…
Rufy, dopo aver scoperto di essere giunto troppo tardi, tenta in tutti i modi di risalire fino ai piani alti di Impel Down, ma invano; il Vice Direttore Hannibal dalla sala di comando, dirige le azioni di contenimento. L’ascensore viene sganciato e viene chiuso pure il passaggio che porta alle scale e ancora un gas soporifero invade il Livello 6. I fuggiaschi sembrano spacciati, se non fosse per Inazuma che mostra a tutti le potenzialità del frutto che ha mangiato: il Frutto Choki Choki, che lo rende un uomo forbice. Tutto ciò che taglia con le forbici che gli spuntano al posto delle mani, riesce poi a manipolarlo a suo piacimento. Ora però il gruppo di Rufy è bloccato al sesto livello, senza possibilità di fuga ma Rufy non cambia propositi; salverà Ace, dovesse anche recarsi a Marineford! Nell’ombra di una cella si fa intanto avanti una vecchia conoscenza di Rufy: si tratta di Crocodile, ex membro della Flotta dei Sette, nonché presidente della Baroque Works, conosciuto anche come Mr.0. Egli si offre di aiutare Rufy a fuggire creando un’apertura nel soffitto, grazie ai poteri del frutto sand sand ma Rufy ricorda ancora ciò che lui ha fatto ad Alabasta, a lui e ai suoi amici.
Intanto Ace viene consegnato dalle mani di Magellan direttamente nelle mani della Marina, rappresentata dal Vice Ammiraglio Onigumo. Ace guarda rassegnato il cielo azzurro che lo sovrasta; più che alla sua sorte è preoccupato per quella del suo incosciente fratello, che rischia la vita inutilmente per lui…

Bookmark the permalink.

Rispondi