Play-Asia.com - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more

Agents of Mayhem: Recensione (PS4/Xbox One/PC)

Uno spin-off inedito per la saga di Saints Row. Ecco la nostra recensione di Agents of Mayhem!

  • Nome completo – Agents of Mayhem
  • Piattaforme – PS4/Xbox One/PC
  • Producer – Deep Silver
  • Developer – Volition
  • Distribuzione – Digitale/Retail
  • Data di uscita – 15 Agosto 2017
  • Genere – Action
  • Versione testata – Nintendo Switch

Come un po’ per tutte le cose, anche il mercato videoludico subisce di tanto in tanto delle mutazioni e ovviamente buona parte delle case sviluppatrici di videogiochi, che sia in modo volontario o no, tendono a farsi influenzare da questi flussi di tendenza e cambiamento.
Possiamo dire che questa è ormai l’era dei Moba, dei Survival Battleroyale e dei cosiddetti “hero shooter”. Non so se Volition, sviluppatore del titolo in questione, avesse in mente come idea iniziale di fronteggiare altri titoli del genere con questo Agents Mayhem ma ho paura che si sia trovata in un secondo momento costretta a ripiegare su altri fronti. Dico questo perché parlando di generi, non riesco a collocare questo gioco in un genere specifico.

Semplice spin-off o un nuovo inizio?

Della appena citata casa produttrice di videogiochi Volition, tutti ricordiamo la famosa saga di Saints Row, titolo che specialmente nei primi episodi ha fatto parlare molto di sé. Un titolo del genere sparatutto in terza persona con componente open-world in chiave ironica con una quasi esagerata dose di cazzeggio, caos e black humor. Agents Mayhem è un titolo che acquisisce molte delle qualità o quanto meno particolarità della sega sopracitata.

Quest’ultimo dà l’idea di essere una sorta di spin-off di Saints Row visto che deriva da uno dei finali dell’espansione Gat Out of Hell e di fatto porta con sé molte delle sue caratteristiche oltre al colore Viola sempre presente e al Giglio ancora ben riconoscibile nel logo con aspetto rimodernato e squadrato. Mentre in Saints Row abbiamo, nei primi episodi, preso il controllo di una banda di criminali folli, e nell’ultimo Saints Row 4 impersonato il presidente degli Stati Uniti d’America intento a fronteggiare un attacco alieno.

Questa volta invece saremo catapultati in una Seoul in chiave futuristica, nel mondo delle grandi società e corporation facendo parte della Mayhem (Multinational Agency for Hunting Evil Masterminds) un’organizzazione che ha lo scopo di combattere ed eliminare le più famigerati menti criminali e sventare minacce terroristiche.

Nello specifico si troverà a fronteggiare un gruppo di criminali chiamati Legion (League of Evil Gentlemen Intent on Obliterating Nations) che ha preso il controllo di buona parte del pianeta attraverso un attacco coordinato verso tutte le nazioni.

Uno stile riconoscibile

Controlleremo 3 agenti o eroi nella parte iniziale del gioco, ma avremo la possibilità di sbloccarne molti altri durante il corso della storyline attraverso delle missioni di reclutamento.

Ogni personaggio è curato nei minimi dettagli sia da un punto di vista estetico che delle caratteristiche. Essendo ben differenziati tra loro e quindi unici ci troveremo davanti a diverse personalità e animazioni. Alcuni più seriosi, altri mossi da un forte senso dell’orgoglio e altri ancora con caratteri ironici e sopra le righe. Sebbene sia molto dettagliato l’approccio con i personaggi la storyline tende ad essere priva di elementi capaci di attrarre il giocatore.

La mappa di Seoul sarà esplorabile e saremo portati a farlo anche attraverso la lunga serie di missioni principali e secondarie che a mio parere ho trovato poco attrattive. Parlando proprio della mappa ho trovato essere a differenza dei personaggi, povera di dettagli unici con architetture blande e poco immersiva. Sebbene quindi la città non sia abbastanza grande e con luoghi che tendono a ripetersi, è comunque ricca di collezionabili oggetti e schemi che dovremmo trovare per potenziare i nostri personaggi e costruire gadget, correre sui palazzi, guidare veicoli o uccidere e massacrare persone a caso.

Nella mappa potremmo catturare anche punti di scambio che ci permetteranno di avere un guadagno da spendere in potenziamenti per noi o per il covo dell’agenzia. Infatti a proposito del covo della Mayhem chiamato Arca, questo sarà potenziabile con valuta, e oggetti da trovare. Gli eroi avranno una struttura a livelli e saranno potenziabili e personalizzabili nell’aspetto e nelle abilità. Un’altra funzione che ho apprezzato è lo Swap Agent, ovvero la possibilità di avere una squadra di eroi pronti ad essere controllati e scambiati in qualsiasi situazione così da creare azioni vincenti in base al nemico che ci troveremo ad affrontare.

Quelli invece inattivi potranno essere impiegati per indagini sparse in tutta la mappa di gioco oltre a raccogliere risorse fondamentali per il crafting di gadget.

Anche il sistema degli NPC nemici non è niente male, infatti il modificatore di difficoltà in base alla nostra progressione e allo scorrere della storyline ci metterà davanti nemici sempre più potenti da affrontare che riusciranno senz’altro a darci filo da torcere.

Diciamo quindi che il gioco ha una progressione molto articolata e non manca di contenuti, a mettere a dura prova il giocatore facendogli sentire la soddisfazione di mettere su con le proprie forze un’organizzazione sempre più forte ed efficace. Riesce ad essere nonostante i suoi difetti e le sue mancanze godibile fino alla fine.

Comparto tecnico

Arriviamo quindi agli aspetti che più mi piace trattare, ovvero il comparto tecnico. Sebbene la storia e i contenuti del gioco non facciano gridare al miracolo e a parer mio non lo fa neanche la grafica, certamente però non possiamo lamentarcene.

Il gioco almeno nella versione da me testata ovvero quella PC e con la mia configurazione hardware non mostra particolari problemi e a detta di altri non la fa neanche nella versione PS4 Pro a differenza di chi lo ha giocato su PS4 base che ha notato cali di framerate notevoli, e con picchi generali che non superavano i 30 fps.

A livello di Gameplay come ho detto prima il gioco è godibile, ma a primo impatto quando vidi i primi trailer mi aspettavo qualcosa di molto più fresco e con almeno una modalità Co-op o Multiplayer, invece trovo che con tutte le cose che sono da fare almeno durante il corso della storia, solo una modalità single player gli stia abbastanza stretta.

PC utilizzato per il test:

  • Processore i7-6700k
  • X2 GEFORCE GTX 1080 SLI
  • 32gb RAM

Commento finale

Sarò crudo, questo non è Saints Row! Ha molto di quest’ultimo, come ironia un umorismo marcato con una buona dose di imprecazioni e riferimenti razziali. I personaggi sono ben curati nella loro estetica e vantano personalità uniche con animazioni e comportamenti che si adattano perfettamente.

Il gioco nel complesso intrattiene per un buon numero di ora con l’enorme quantità di missioni primarie e secondarie, collezionabili, oggetti vari da trovare. La progressione è molto ricca di dettagli e aiuta la longevità del gioco con i personaggi da potenziare e far salire di livello e la base dell’organizzazione da migliorare.

Quello che però mi fa storcere il naso e non mi ha convinto per niente è la componente open world che purtroppo costituisce una grande limitazione a tutto il gameplay. Infatti una volta concluse tutte le missioni della storyline ci ritroveremo senza alcun’attività stimolante che ci porti ad esplorare ulteriormente, il tutto aggravato da una mappa con architetture e posti da visitare banali e ripetitivi.

Tutto questo può facilmente portare il giocatore ad abbandonare anche la progressione dei personaggi. La narrativa della storia stessa l’ho trovata poco efficace e priva di carattere, seppure contornata da sequenze cinematografiche niente male in stile cartoon ma con l’inconfondibile stampo hollywoodiano che contraddistingue la saga a cui appartiene.

Penso infine che Agents of Mayhem sia adatto ad un segmento di videogiocatori che si ritengono “completisti” a cui non mancherà la voglia di potenziare al massimo tutti i personaggi, trovare oggetti e collezionabili. Quindi vi consiglio Agents Mayhem? Si ovviamente… ma magari in sconto.

Agents of Mayhem

Agents of Mayhem
65

Comparto Grafico

7/10

    Comparto Sonoro

    6/10

      Storytelling

      6/10

        Gameplay

        8/10

          Pros

          • Ottimo character design
          • Longevità complessiva buona
          • Grafica ben curata

          Cons

          • Mappa povera di dettagli
          • Privo di attività attrattive
          • Narrativa debole

          Commenta questo articolo