Play-Asia.com - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more

Intervista a Simone De Rosa, l’artista che dipinge Lupin

 

Oggi siamo in compagnia dell’artista Simone De Rosa, 34 anni, vive a Roma geometra per esigenza ma nel cuore grande appassionato di disegno e fumetto. Al termine degli studi Simone si è impegnato in varie attività in ambito artistico per approdare all’arte nel 2007. Oggi continua a dipingere e sperimentare nuove idee legate al mondo della Pop Art, in quel  di Roma, senza dimenticare il suo mito di sempre: Lupin.

Ciao Simone, raccontaci un po’ di te

Ciao sono Simone De Rosa, ho 34 anni, vivo a Roma dove lavoro come geometra in uno studio di Ingegneria, ma fin da piccolo ho la passione per il disegno ed il fumetto. Ho frequentato la scuola romana del fumetto e nel frattempo dipingevo applicando uno stile Pop art ai personaggi dei cartoni animati in particolare Lupin.

A chi ti ispiri per le tue opere?

I miei quadri vengono fuori a partire da due situazioni ben distinte. La prima in base al momento, cioè se succede un evento particolare, la scomparsa di un artista, un evento di cui si parla spess, insomma mi va di rappresentare quella situazione con un quadro. Mentre per realizzare opere riguardanti personaggi dei cartoni animati mi ispiro ai miei ricordi, i cartoni che mi appassionavano e di cui se ne parla ancora, allora mi metto su Google, ricerco un’immagine, la trasformo nei colori e nelle ombre dandole uno stile pop art e inizio a dipingere.

Quali erano i tuoi anime preferiti?

Sicuramente Lupin che non ha rivali, ma poi ero un grande appassionato di Holly e Benji, Hurricane Polimar, I Cavalieri dello zodiaco, Yattaman, Gigi la trotola, potrei elencarne altri 100!!!.

Sei anche un collezionista di fumetti e dvd?

I fumetti mi piacciono ma preferisco Il grande arthur de pins, Bill Presing, gipi, mentre in DVd ho tutta la serie di Holly e Benji, il film di Lupin, alcune puntate dell’Uomo tigre, e dei Cavalieri dello zodiaco. A breve dedicherò un quadro in onore dei Saint Seya

Parlami delle tue opere, sono quadri su tela? Cosa utilizzi per crearle?

Si sono opere su tela ed utilizzo colori acrilici che per questo genere di pittura sono molto usati, infatti hanno una forte lucentezza e danno al quadro un impatto maggiore.

Quali sono i personaggi di manga o anime più presenti nelle tue tele?

Per il momento i personaggi del ladro Arsenio Lupin, fanno da padrone: Lupin, Daisuke Jigen, Fujiko Mine e Goemon Ishikawa. Sono in cantiere altre idee: in questo periodo sto lavorando ad un altro progetto legato al fumetto.

Di cosa si tratta?

Il progetto si chiama LA TUA STORIA SU FUMETTO, sto cercando di coinvolgere più gente possibile, e farmi mandare le loro storie, situazioni di vita vissuta, fatti accaduti realmente, sogni e una volta raggiunto un discreto numero di storie ricevute, con l’aiuto di una mia amica redattrice ne scegliamo una al mese ed io realizzo un fumetto. Al momento stiamo sondando il terreno, naturalmente la storia scelta riceverà anche un premio, ed io proverò a presentare il fumetto creato alle varie casi editrici. Per chi volesse partecipare può leggere il regolamento a questo indirizzo:

http://pennellipazzi.wordpress.com/la-tua-storia-su-fumetto.

Come mai la scelta di personaggi legati a Lupin?

Lo ammetto è il mio anime preferito!. Lupin è un personaggio simpatico ed imprevedebile per questo mi piace molto, e rispecchia molto bene il mio stile di pittura, come si dice a Roma “Ce Carza”. A me piace molto mettere in contrasto i colori rosso, nero, bianco e grigio e li vedo adatti per i personaggi di Lupin III. Come per esempio la sua cravatta, la striscia del cappello di Jigen, insomma mi trovo a mio agio a fondere quei colori con quei personaggi.

Hai già fatto mostre in passato e quale sarà la tua prossima mostra?

In passato ho presentato una mostra quando ero ancora a scuola di fumetto in una fumetteria di Trastevere a Roma, era dedicata ai draghi e dovevamo realizzare delle locandine, io ho ambientato un attacco di draghi a Parigi. Poi ho fatto una mostra in una serata di beneficenza dedicata al rock anni 60 e 70, lì per la prima volta ho esposto i miei quadri. La più recente è dedicata a Lupin e devo ringraziare la Fan page di Arsenio Lupin che, durante la proiezione del loro cortometraggio dedicato al ladro gentiluomo, mi ha dato questa possibilità. Il 24 marzo esporró ancora per un’ altra serata di beneficenza, a Tivoli, l’evento si chiamerà “Il Rock incontra la poesia”, ci sarà una band rock, sarà presentato un libro di poesie con due attori di teatro e ci saranno i miei quadri.

Per il futuro ti piacerebbe disegnare qualche fumetto?

Si mi piacerebbe molto, ma al momento il tempo è veramente poco, anche perché io sono impegnato a studio 8 ore al giorno, vorrei arrivare a vivere di fumetto e quadri, è dura ma la strada è buona.

Grazie Simone, in bocca al lupo!!

Crepi, grazie e un saluto ai lettori di Cartoonmag

Per chi volesse seguire Simone De Rosa ecco il link del suo blog: http://pennellipazzi.wordpress.com

 

Commenta questo articolo