Agents of SHIELD 4: la morte reclama un nuovo membro della squadra (SPOILER)

Agents of SHIELD saluta uno dei suoi personaggi

Nell’ultimo episodio della quarta stagione di Agents of SHIELD andato in onda negli Stati Uniti la falce della morte ha reclamato un nuovo membro della squadra di Coulson.

Il Framework nel quale Coulson e il suo team sono bloccati si sta rivelando un posto decisamente pericoloso, e la morte in questo mondo equivale anche per la controparte reale della persona. “No Regrets”, questo il titolo dell’episodio, ha visto la dipartita di uno dei personaggi migliori di questa stagione, Jeffrey Mace aka The Patriots.

Durante l’infiltrazione in una delle basi dell’Hydra, Coulson e Mace hanno scoperto una sorta di campo d’indottrinamento dove erano custoditi numerosi bambini. Nel mentre l’Agente May è arrivata sul posto con l’obiettivo di uccidere The Patriots utilizzando una variante del siero del Super Soldato ideata appositamente dall’Hydra.

Il combattimento tra i due è stato piuttosto violento ma si è risolto con la vittoria di Mace, guidato dalla sua determinazione nel salvare gli altri, caratteristiche inconfondibili che contraddistinguono anche Steve Rogers.

Mentre Coulson, Ward e un redivivo Trip cercano di mettere in salvo i bambini tenuti in ostaggio dall’Hydra, Madame Hydra e il Dr.Fitz ordinano un attacco missilistico per eliminare The Patriots e tutta la sua squadra di agenti.

Durante l’attacco il tetto dell’edificio crolla e uno dei bambini resta bloccato sotto le macerie, ed è proprio in questo momento che entra in scena Patriots bloccando temporaneamente il crollo di altre macerie per permettere a tutti di fuggire. Proprio mentre May sta per ucciderlo approfittando della situazione, l’agente si rende finalmente conto degli orrori commessi dall’Hydra permettendo a Mace di sacrificarsi per la sopravvivenza della sua squadra.

In questo ultimo e tragico tentativo di salvaguardare i suoi agenti e lo SHIELD, The Patriots muore sotto le macerie del palazzo. Un sacrificio che purtroppo costa la vita anche alla controparte reale di Mace.

Una morte sicuramente inaspettata per un personaggio che gli autori avevano cercato di costruire sulla falsariga di Steve Rogers, ma che come avevamo scoperto nei precedenti episodi, era un semplice fantoccio nelle mani del governo per creare un nuovo Captain America fedele agli ideali del proprio paese e un volto/simbolo per lo SHIELD, adesso di nuovo pubblico al mondo.

Si dice che il Framework sia un posto dove tutti possono vivere ciò che hanno sempre immaginato. In modo freddo e alquanto inquietante possiamo dire che Jeffrey Mace ha in un certo senso avverato il proprio desiderio di essere il vero eroe a cui ha sempre ispirato.