La Warner Bros prosegue ancora con le proprie produzioni cinematografiche

Anche la Disney sembra aver finalmente interrotto la produzione dei film in uscita, ma Warner Bros. non sembra voler seguire l’esempio

Le riprese della WB continuano normalmente per film come: The Batman, The Matrix 4 e Animali fantastici... mentre non si riscontrano variazioni sulla diffusione di altri titoli come: Wonder Woman 1984 che ancora è ferma al 5 Giugno

Justin Kroll di Variety rivela che The Suicide Squad è già in post-produzione, quindi non è ancora rientrato tra i film che potrebbero slittare a data da destinarsi; mentre l’altro cinecomic Black Adam inizierà le sue riprese solo ad Agosto. Lo stesso vale per Aquaman 2 di cui le riprese inizieranno solo nel 2021.

Warner Bros sembra fermamente convinta che “lo spettacolo debba continuare” per ora; e lo dimostra il fatto che il prossimo film di Animali fantastici inizierà le riprese (come previsto) questo lunedì. È difficile dire se le cose cambieranno durante il fine settimana, Kroll aggiunge, nella sua dichiarazione su Variety che

La situazione è ovviamente fluida e potrebbe cambiare, ma WB non sta pianificando di interrompere le produzioni basate sulla decisione della Disney.

Il Coronavirus è stato dichiarato da poche ore “emergenza nazionale” negli Stati Uniti dal presidente Donald Trump e nei prossimi giorni sono previsti ulteriori divieti di viaggio. Questo da solo potrebbe causare problemi per una produzione come The Batman, ma Warner Bros. comprensibilmente non vuole dover ritardare nessuna delle sue uscite del 2021.



La Disney ha messo ufficialmente in pausa tutti i progetti live action che erano in programma. Tra questi: Shang-Chi annunciato la notte scorsa e di conseguenza: Home Alone, The Last Duel, Nightmare Alley e il remake di La Sirenetta. Anche Peter Pan & Wendy e Shrunk, che erano in fase di pre-produzione, sono stati chiusi.

La Disney fa sapere che al momento verificheranno la situazione giorno per giorno per poi prendere una decisione su quando sarà possibile ricominciare a lavorare sulle produzioni, così da improntare un nuovo calendario uscite che, inevitabilmente, farà scivolare di qualche mese tutti i titoli.

Commenta questo articolo