Pirati dei Caraibi 6: Dove punterà la bussola, sequel o reboot?

Pirati dei Caraibi 6. Sequel o Reboot!? Avremo come condottiero della Perla Nera un giovane Sparrow o una spalla femminile al suo fianco?

Sono molti gli interrogativi che circolano in quest’ultimo periodo riguardo la saga di Pirati più amata al mondo, ma partiamo per gradi… Lo sviluppo della pellicola piratesca risale al 2018 quando la Disney assume gli scrittori di Deadpool: Rhett Reese e Paul Wernick.

I due però si sono ritirati dal progetto nel 2019 lasciando il lavoro senza una storia o uno sviluppo importante, insomma, senza una vela spiegata per il mare dei Caraibi. Ma la Disney non si arrende facilmente e per rimpiazzare i suoi predecessori con poco interesse per il progetto, decidono di richiamare a poppa colui che ha dato vita all’estensione e alla caratterizzazione dei personaggi del primissimo film La maledizione della prima luna: Ted Elliot. Ad affiancarlo a poppa ci sarà Craig Mazin che ha ottenuto il suo successo grazie a Una notte da leoni 2 e Io sono tu ah e non dimentichiamoci della drammatica serie TV ovvero Chernobyl.

Il progetto si fa sempre più interessante ora che il primissimo sceneggiatore della saga piratesca si è messo nella rotta giusta per regalare ai fan una nuova affascinante e adrenalinica avventura nel mondo fantastico della saga.

Purtroppo sulla trama principale non trapela ancora nulla essendo che il progetto è agli albori, entrambi gli sceneggiatori sanno che il compito principale della loro assunzione per questo nuovo film di una delle saghe più belle ed affascinanti dell’ultimo secolo è quello di dargli una ventata di aria fresca e qualcosa di nuovo e brillante che stuzzichi la curiosità di tutti i fan che amano alla follia il Franchise.



Ed è qui che nasce l’argomento più caldo, il famigerato pirata Jack Sparrow sarà presente in questo nuovo film della saga? Dalle ultime fonti trapelate dal cuore pulsante del progetto “e se ve lo stavate chiedendo non è il forziere di John’s“, bensì la Diseny mette in forte dubbio la presenza dell’iconico interprete Johnny Depp per il personaggio più carismatico e famoso degli ultimi anni ovvero il Passero Sparrow, lui è molti altri interpreti della saga hanno lasciato un segno nel cinema moderno, è difficile pensare ad un sequel senza di lui o ad un possibile Reboot del franchise con un nuovo Jack Sparrow.

In ogni caso i fan chiedono a gran voce il ritorno di Depp per vestiere i panni del pirata Burlone dalla battuta sempre pronta, I fan hanno addirittura lanciato una petizione a favore dell’attore Hollywoodiano, insomma sembra che i fan vogliono far presente l’importanza canonica del personaggi che senza di lui questa saga perderebbe di valore e di spessore.

Il Reboot andrebbe ad esplorare un Jack Sparrow da giovane e alle prime armi, secondo rumors risalenti al 2018 il suo ruolo poteva essere rimpiazzato da una donna, rilanciando completamente il Franchise e rinnovandolo con una nuova protagonista, così anche la saga dei Pirati dei Caraibi potrebbe seguire l’ondata di area fresca del cinema ultra moderno, dare più spazio alle donne come figura principale di una pellicola di successo.

Oppure si pensa alla possibile presenza di una donna come spalla del Capitano più amato di tutti i tempi cosicché possa essere una spalla e in futuro prendere le redini del franchise. Al possibile ruolo della protagonista femminile si è pensato alle varie attrici: Karen Gillian (Jumanji) Daisy Ridley (Star Wars) o Emma Watson (Harry Potter).

Qualunque siano le opzione è abbastanza ovvio che il capitano resterà come motore principale della vicenda sia esso più giovane o affiancato da una donna. Anche se Johnny non è assolutamente intenzionato ad abbandonare il franchise e, lo dichiarò anche in un intervista nel 2016 dove affermò che la Disney lo voleva “cacciare” a tutti i costi. La sua risposta alle presunte critiche della Disney furono

Gli ho risposto: ‘Sentite, se non vi piace quello che faccio, licenziatemi’. Mi avete assunto per fare un lavoro e interpretare il personaggio e questo è quello che voglio fare (…) Sapevo di avere ragione. Anche la prima volta che sono tornati da me dicendo: ‘No, no, cos’è questo?’ Anche quando gli altri attori mi guardavano come se fossi una minaccia assoluta, sono rimasto con loro”.

L’uscita sarebbe prevista per il 2021, ovviamente i tempi potrebbero slittare anche a causa dei ritardi causati dal Coronavirus Covid-19. Staremo a vedere.

Oltre a queste succulenti notizie per il prossimo film dei Pirati dei Caraibi vi lascio tre curiosità del franchise:

-1) Lo sapevate che l’ambientazione dei Pirati dei Caraibi si ispira all’omonima attrazione dei parchi Disney che è stata pensata dallo stesso Walt Disney in persona. La giostra è stata inaugurata nel 1967 ed è una dark-ride acquatica che fin dai primi progetti presentava anche scene comiche proprio come la saga cinematografica. Successivamente sono stati aggiunti alcuni animatronic come quello di Jack Sparrow all’interno dell’attrazione.

-2) Nella fase embrionale del progetto erano molti gli attori presi in considerazione per interpretare il ruolo del valoroso Jack Sparrow tra i molti, quelli più noti erano Jim Carrey, Michael Keaton, Hugh Jackman e addirittura Robert De Niro che a quest’ultimo era stato offerto proprio il ruolo che successivamente rifiutò pensando che il film sarebbe stato un flop colossale. Beh penso che con il senno di poi, magari si sia pentito della sua scelta.

-3) Geoffrey Rush, interprete del Capitano Barbosa aveva un interessante quanto affascinante teoria sull’attenzione dello spettatore che mise alla prova nel primo film. In sostanza l’attore era convinto che il pubblico seguisse le scene del film come se stesse leggendo un libro, dunque da sinistra verso destra e per provare la sua teoria si mise quasi sempre a sinistra della scena rispetto agli altri attori. Un idea un po’ bizzarra non trovate? Non tenendo conto nemmeno degli altri paesi in cui la lettura proceda da destra verso sinistra.

Questo è tutto con le curiosità di una tra le saghe più famose, classificata come dodicesima migliore di sempre, Ops! Anche questa era una curiosità non ho saputo resistere.

Dal vostro cinemaniaco di quartiere

Victor Mattia Cimmino



Commenta questo articolo