All Stars Fruit Racing: Recensione

Corse a colpi di frutta. Ecco la nostra recensione di All Stars Fruit Racing

  • Nome completo – All Stars Fruit Rcing
  • Piattaforme – PC, Xbox One, PlayStation 4, Nintendo Switch
  • Developer – 3DClouds
  • Producer – PQube
  • Distribuzione – Digitale
  • Data di uscita13 Luglio 2018
  • Genere – Kart Game
  • Versione testata – Switch

Il genere dei kart game è sempre stato difficile da catalogare, data l’assenza di un concorrente davvero capace di spodestare dal trono la longeva serie di Mario Kart.

Dopotutto il franchise di Nintendo può contare su una serie di personaggi carismatici, ma più in generale in un gameplay che riesce abilmente a diramarsi anche nel contesto dei party game. Ma un nuovo concorrente ha deciso di farsi avanti, proveniente direttamente dalla scena indipendente italiana. Intitolato All Stars Fruit Racing. il titolo rappresenta il primo progetto dello studio 3DClouds, e nasce con l’intento di proporre una nuova alternativa al genere in cui regna sovrano Mario Kart. Nel farlo, il team si è affidato ad un concept decisamente esotico, la frutta.

No, non stiamo scherzando e tutto sommato anche solo il titolo può dirsi già un programma; All Stars Fruit Racing è ambientato in un mondo completamente popolato e abbellito dalla frutta, con le vetture e i loro (poco carismatici) piloti a rappresentare una certa tipologia di ortaggio. Insomma, è un concept decisamente bizzarro, ma estremamente caricaturale nell’estetica e la sua esecuzione.

Allo scorso ID@Xbox abbiamo visto un piccolo assaggio della versione Xbox One, ma nelle ultime settimane abbiamo lavorato alla versione finale del gioco su Nintendo Switch, e siamo qui finalmente per condividere il nostro giudizio sulla prima fatica di questo nascente studio italiano. Ecco la nostra recensione!

Corse sfrenate a colpi di frutta

All Stars Fruit Racing sa trasmettere sensazioni piuttosto positive già dal menù iniziale, con una ricca serie di modalità che spaziano dalla carriera single player popolata da numerosi campionati da portare a termine; le sfide cronometrate; i campionati personalizzati; le immancabili gare veloci e infine una componente multiplayer che propone competizioni offline e online. A tutto ciò segue anche un garage nel quale è possibile personalizzare la propria vettura con colori, telai e adesivi; tutti materiali legati a doppio filo con la progressione e il completamento di determinati obiettivi, che sbloccheranno di conseguenza nuovi oggetti e piloti.

Contenutisticamente parlando il titolo di 3DClouds non si fa mancare davvero nulla, e tutto sommato anche sul fronte del gameplay ci ritroviamo con qualche guizzo piuttosto interessante che prova a diversificare l’offerta rispetto ai numerosi cloni carbone di Mario Kart, ma può bastare a renderlo davvero un titolo imperdibile?

La risposta è “Ni”, il titolo di 3DClouds si affida a dinamiche di gameplay che nelle basi sono alquanto derivative: è un racing game sulla falsariga di Mario Kart, ne emula ogni caratteristica che passa dall’impostazione degli scenari, focalizzando tuttavia esclusivamente su una tipologia di gara tradizionale basate sulle quattro ruote.

Il level design delle piste è molto più lineare, e sono relativamente poche le scorciatoie in ciascuna di esse, andando di conseguenza a limitare una delle componenti più essenziali del genere: la varietà e la strategia adatta per fronteggiare gli avversari. Sia ben chiaro che All Star Fruit Racing è un titolo che non perdona affatto le negligenze del giocatore, gettandolo in pasto all’IA avversaria fin dalle prime battute del gioco, la cui aggressività tende a raggiungere picchi piuttosto alti.

A compensare la poca varietà delle mappe, gli sviluppatori hanno dirottato la componente strategica nei “succhi” che si raccoglieranno durante le corse. Accumulando una certa tipologia di succo, è possibile combinarne gli effetti per genere un power up vero e proprio da sfruttare al momento giusto contro gli avversari.

La vera diversificazione rispetto alla massa la troviamo quindi proprio nella gestione dei potenziamenti, completamente avulsa dai tradizionali kart game. Qui non solo il giocatore avrà pochi secondi per combinare i succhi giusti, ma dovrà anche tenere bene a mente le combinazioni migliori da sfruttare per creare il power up capace di ribaltare la propria posizione in gara.

Oltre ai succhi, sono comunque presenti dei potenzialmente più tradizionali, che in linea con il recente Mario Kart 8, offriranno ai giocatori anche dei tattici strumenti difensivi per aggirare gli attacchi degli avversari. A questi elementi, l’altra trovata che contribuisce a rendere le gare davvero agguerrite è la necessità di dover sfruttare le derapate per ottenere una carica aggiuntiva di nitro, utile per aumentare la propria velocità.

Come avrete quindi capito, All Stars Fruit Racing non è l’ennesima copia carbone di Mario Kart, cerca di trovare la propria identità pagando tuttavia lo scotto in un budget più limitato, che aggiunge idee buone, limitandone altre. Il titolo si ritrova bloccato in un limbo di buone idee che cozzano con una direzione artistica sicuramente curiosa, ma poco impegnata a caratterizzare i suoi personaggi, tutti abbastanza anonimi.

Comparto tecnico

Se la versione Xbox One, da noi vista in azione all’evento ID@Xbox ci era sembra abbastanza fluida, su Nintendo Switch il gioco mostra il fianco a qualche problemino di ottimizzazione. Nulla di particolarmente compromettente, ma in generale il colpo d’occhio in modalità dock lascia parecchio a desiderare, con una risoluzione apparentemente dinamica, con un fastidioso effetto sfocatura.

Il framerate a volte singhiozza, soprattutto con il caos su schermo, mentre i tempi di caricamento sono decisamente lunghi, con quello iniziale che può superare tranquillamente i 20 secondi. Le vetture inoltre sembrano tutti pressoché identiche, con una diversificazione strutturale tra i modelli praticamente inesistente.

Dal punto di vista grafico l’Unreal Engine 4 giunge su Nintendo Switch con dei chiari compromessi, che vengono per fortuna limati dalla modalità portatile, che grazie allo schermo ridotto riesce abilmente a nasconderne i limiti. Sfortunatamente neanche la colonna sonora riesce a risultare memorabili, rivelandosi anche su quel fronte molto dimenticabile.

Commento finale

All Stars Fruit Racing è senza dubbio una prova superata per lo studio 3DClouds, che esordisce sulla scena italiana con un progetto dalla natura decisamente complessa, che prova a svecchiare in modo interessante la formula dei kart, e risultando per certi versi anche più interessante IP Nintendo. Ma è un titolo fallace sotto l’aspetto stilistico, peccando nella caratterizzazione dei suoi piloti, proponendo un background estetico buono, senza osare di più.

All Stars Fruit Racing

7.5

VOTO FINALE

7.5/10

Pros

  • Interessante la gestione dei power up
  • Livello di sfida elevato
  • E' divertente
  • Tanti contenuti in single e multiplayer

Cons

  • Tecnicamente non è il massimo su Switch
  • Le diversificazioni non bastano a nasconderne la sua natura derivativa
  • Personaggi anonimi

Commenta questo articolo