Play-Asia.com - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more

Final Fantasy XV: Compagni di Battaglia – Recensione

La nuova espansione di Final Fantasy XV introduce finalmente una componente multiplayer. Ecco la nostra recensione di Compagni di Battaglia!

  • Nome completo – Final Fantasy XV: Compagni di Battaglia
  • Piattaforme – Playstation 4/Xbox One
  • Producer – Square Enix
  • Developer – Square Enix
  • Distribuzione – Digitale (Contenuto scaricabile)
  • Data di uscita – 15 Novembre 2017
  • Prezzo: 19,99/ 29,99 Euro (Season Pass)

Final Fantasy XV è sempre stato un progetto ambizioso, fin da quando portava nel titolo il numero XIII, ma è palese che nel corso dello sviluppo qualcosa sia andato storto. Sin dalla sua release Hajime Tabata e il suo team hanno cercato di correggere il tiro, mettendo delle pezze ai numerosi buchi di sceneggiatura che caratterizzano i capitoli conclusivi del gioco (quelli lineari per intenderci).

Nel corso del 2017 sono stati diffusi nuovi aggiornamenti gratuiti, alternati a nuovi contenuti a pagamento denominati “Episodi”. Questi sono stati pensati proprio per approfondire i compagni di viaggio di Noctis, ma anche per rispondere a degli interrogativi sollevati da alcune lacune narrative presenti nella storia principale.

Dopi i mediocri Episode: Gladiolus e Episode: Prompto, Square Enix questa volta sceglie una via traversa per raccontarci le storie “perdute” di Final Fantasy XV, e nel farlo punta tutto su una componente multiplayer di cui francamente non sentivamo poi tanto bisogno, ma che al giorno d’oggi è di tendenza nel mercato videoludico.

Final Fantasy XV si è trasformato in una vera e propria piattaforma di contenuti collaterali che nascono, crescono e muoiono con la produzione principale. Il colosso giapponese ha sostanzialmente rielaborato il concetto di spin-off/sequel concentrando tutte le proprie forze nel supporto post-lancio di Final Fantasy XV, con risulti piuttosto alterni. Final Fantasy XV: Compagni di Battaglia si prefigge quindi l’arduo compito di inserire questa componente multiplayer, ma anche di rattoppare i soliti problemi della sceneggiatura. Missione compiuta? Scopritelo nella nostra recensione!

Monster Hunter: Final Fantasy Edition

Le premesse di Compagni di Battaglia sono molto interessanti e vanno ad incastrarsi tra il capitolo 13 e 14 della storia. Noctis è sparito, e il mondo è piombato nell’oscurita, assediato dai feroci Daemons. Libertus, personaggio che avevamo conosciuto nel film di Final Fantasy XV: Kingsglaive, ha formato una nuova alleanza tra Cacciatori e Angoni nel tentativo di fermare l’avanzata delle feroci creature, ma anche di portare luce in un mondo sempre più inghiottito dal buio. Le poche luci che popolano Eos sono quelle artificiali di Lestallum: quella che in passato era una colorata meta turistica densa di abitanti si è trasformata nell’ultimo baluardo per la sopravvivenza della razza umana. Il giocatore veste i panni di uno dei pochi Angoni sopravvissuti alla caduta del regno di Lucis, e tramite un ricchissimo editor sarà possibile creare ben otto personaggi, scegliendone i dettagli del viso, il taglio di capelli e anche il vestiario.

La città di Lestallum e tutti i relativi campi base sparsi per la regione hanno bisogno di energia elettrica, ottenibile dai cristalli che si possono trovare in giro per la mappa. Questa preziosa risorsa rappresenta ormai un bene di prima necessità, e sostanzialmente il nostro scopo sarà quello di accumulare più energia possibile per sbloccare nuovi punti strategici e ricompense. Purtroppo la trama principale del gioco si esaurisce abbastanza in fretta, e le circa 10 ore necessarie per il completamento delle missioni principali aggiungono poco e nulla alla storia, cosa deludente date le ottime premesse della vicenda e la varietà dei camei incontrabili durante il corso della storia. Complessivamente il DLC può raggiungere anche le 20/25 ore di gioco se si decidesse di completare al 100% tutte le attività secondarie. Il problema però è la tediosità della struttura adottata dagli sviluppatori, evidente dimostrazione della poca dimestichezza con esperienze online di questo genere.




All’interno di Lestallum sarà possibile acquistare armi e spendere i Kilowatt accumulati al fine di sbloccare nuovi nodi energetici necessari all’illuminazione della città. Vi è poi un bancone apposito nel quale accettare le quest che riprendono esattamente le tradizionali missioni di caccia proposte nella campagna principale con giusto qualche leggerissima variante. Se come altri avete quindi apprezzato le lunghe sessioni di caccia del gioco principale qui troverete pane per i vostri denti; il problema però sorge nel momento in cui si presentano lunghi e frustranti caricamenti ad intervallare le nostre interazioni con gli elementi del DLC, cosa che, in aggiunta alla relativa brevità delle missioni di caccia, fa spazientire presto il giocatore. Come se non bastasse, manca un hub social per creare dei gruppi di gioco, obbligando il giocatore a ripetere in modo costante la sessione di reclutamento.

Se il gioco in co-op non è il vostro forte  l’espansione permette anche di vivere l’avventura degli Angoni anche in modalità offline, offrendo un sistema di reclutamento procedurale che genera sostanzialmente degli NPC sul momento, ognuno caratterizzato da qualità uniche per favorire il completamento della missione.

A missione terminata il giocatore viene ricompensato con materiali da impiegare nell’apposito sintetizzatore di armi, ma anche da squisite prelibatezze per salire di livello (si, il sistema di progressione resta fedele all’avventura di Noctis).

Un cuore da vera Fantasia Finale, ma l’anima di un Cacciatore di Mostri

Ai problemi tecnici elencati sopra troviamo però delle qualità uniche che rendono Compagni di Battaglia un ottimo DLC. Stiamo parlando del sistema di combattimento, una versione riveduta e semplificata dell’originale, pensato per offrire innanzitutto molta più varietà in termini di armi così come una maggior precisione e velocità anche nelle parate e le schivate. L’artificioso sistema di magie “a granate” e le pozioni curative spariscono in favore di un rapidissima combinazione di tasti che permette di sfruttare le arti magiche di tipo offensivo e difensivo (scudi e arti curative). Avanzando nella storia si sbloccheranno anche dei sigilli magici per la specializzazione del proprio personaggio. Ad aggiungere ulteriore varietà al sistema di combattimento ci pensa il già citato sintetizzatore, che rende possibile la creazione ed il potenziamento del proprio arsenale grazie all’aggiunta di abilità estraebili dai materiali. Si intuisce quindi come gli sviluppatori si siano ispirati a Monster Hunter per costruire delle meccaniche ruolistiche più affini al genere degli hunter game. Ironicamente da questo punto di vista il DLC funziona persino meglio della campagna principale.

Comparto tecnico

Dal punto di vista tecnico Final Fantasy XV: Compagni di Battaglia presenta i medesimi problemi che puntualmente riscontriamo in altri DLC già recensiti: su Xbox One il gioco è ottimizzato male.

La nostra prova si è tenuta sulla console base, e non su Xbox One X, quindi i problemi del codice sono ancora più evidenti. Il framerate è in più occasioni poco stabile, faticando a reggere i 30 fotogrammi al secondo; inoltre i tempi di caricamento sono davvero troppo lunghi: la loro durata, che sfiora spesso i 60 secondi, rallenta i ritmi di gioco. Tuttavia è giusto spezzare una lancia a favore della colonna sonora grazie alla presenza dell’inedito e bellissimo tema musicale “Comrades” composto da Nobuo Uematsu, e cantato da Emiko Suzuki.

 



Commento finale

Final Fantasy XV: Compagni di Battaglia propone delle ottime idee, tra le quali spicca quella di introdurre una componente multiplayer per arricchire l’esperienza di gioco. Il problema è che la loro attualizzazione viene messa in ginocchio dalla poca esperienza del team di sviluppo con il genere dei giochi online: un gran peccato considerando le qualità offerte dal rinnovato sistema di combattimento e la progressione persino più ruolistica del gioco base. Inoltre i lunghissimi tempi di caricamento che caratterizzano il prodotto purtroppo bruciano ogni stimolo del giocatore.

 

Final Fantasy XV: Compagni di Battaglia

19,99
Final Fantasy XV: Compagni di Battaglia
6.5

Voto finale

6.5/10

Pros

  • Il nuovo sistema di combattimento
  • Crafting delle armi
  • Editor dei personaggi
  • Buona longevità

Cons

  • Framerate instabile
  • Caricamenti troppo lunghi
  • Poca attenzione alla narrazione, come al solito

Commenta questo articolo