Final Fantasy XV – Episode Ignis: Recensione

Il primo anniversario di Final Fantasy XV si chiude col botto. Ecco la nostra recensione di Episode Ignis, l’ultimo DLC del Season Pass!

  • Nome completo – Final Fantasy XV: Episode Ignis
  • Piattaforme – Playstation 4/Xbox One
  • Producer – Square Enix
  • Developer – Square Enix
  • Distribuzione – Digitale (Contenuto scaricabile)
  • Data di uscita – 13 Dicembre 2017
  • Prezzo: 4,99/ 29,99 Euro (Season Pass)

Il primo anno di vita di Final Fantasy XV è stato un lungo viaggio all’insegna dei rimaneggiamenti, correzioni di problemi, sondaggi e nuovi DLC che hanno cercato di rattoppare le numerose lacune narrative del gioco.

Dopo Episode Gladiolus, Prompto, e il recente Compagni di Battaglia, giungiamo oggi all’ultimo tassello mancante che chiude il cerchio di una lungo e problematico sviluppo: Episode Ignis.

Sulla scia dei primi due Episode di cui vi abbiamo già abbondantemente parlato nelle nostre passate recensioni, la storia si focalizza sul personaggio di Ignis, terzo elemento (forse quello più carismatico) del party. Abbiamo imparato a conoscerlo nei panni del cuoco di gruppo, ma questo DLC esplora il suo lato più umano, in uno dei momenti più drammatici della storia di Final Fantasy XV.

La battaglia di Altissia

Episode Ignis è ambientato durante gli avvenimenti della battaglia di Altissia che vede Noctis e Luna impegnati nell’evocazione di Leviathan. Come ben ricorderete, nella campagna principale le vicende dei compagni di Noctis vennero sostanzialmente messe in secondo piano, lasciando il giocatore all’oscuro degli eventi. Il DLC nasce quindi nell’ottica di colmare l’ennesimo buco di trama, e spiegare anche l’improvvisa cecità di Ignis.

Questa volta però Square Enix oltre a decorare la trama principale aggiungendo parti mancanti, decide di infarcire il DLC anche con un capitolo extra, un “what-if” abbastanza spicciolo che porterà la storia a noi nota verso un finale completamente differente, più smielato e da tipico “happy ending”. Questa rotta alternativa potrà essere selezionata durante gli attimi finali di Episode Ignis (solo dopo averlo completato una prima volta), e per quanto sia una soluzione piuttosto arrangiata e futile, in realtà il team di Tabata ha sfruttato questa parentesi alternativa per spiegare qualche dettaglio aggiuntivo sul passato di Ardyn, ricordandoci l’enorme spreco che è stato questo personaggio, potenzialmente uno dei migliori villain dell’intera saga. Nel complesso la durata del DLC si aggira sulle due/tre ore, ma contrariamente ai precedenti episodi la storia viene scandita meglio grazie alla natura action-driven del racconto che, ci vedrà per quasi tutta la sua durata impegnati in spettacolari scontri per le strade di Altissia.

Una coppia improbabile di protagonisti

Il DLC stesso è pervaso da un’autentica aura di epicità, merito dei nuovi brani musicali, ma soprattutto del nuovo combat system adottato per Ignis. Si tratta di una variante del sistema di combattimento già visto nel gioco principale, ma si focalizza esclusivamente sull’alternanza delle tre daghe elementali di Ignis: Fuoco, Ghiaccio e Fulmine.

Le tre proprietà elementali garantiscono uno stile differente di combattimento che può essere alternato con i tasti direzionali, mentre il tradizionale teletrasporto viene rimpiazzato dall’abilità “Multimira”, una barra di energia che una volta accumulata tenendo premuto il tasto “Y” sferrà un devastante attacco multiplo ai nemici, il cui effetto varierà in base alla daga equipaggiata. La scelta di adoperare un sistema di combattimento così rapido e spettacolare, e la presenza di un rampino con il quale Ignis potrà spostarsi per i tetti della città, avvicinano il gameplay di questo DLC ad un action game vero e proprio. A minarlo ovviamente è la solita telecamera ballerina, e una struttura degli scontri a senso unico che si traduce nella pressione ossessiva di un solo tasto.



Come dicevamo, Episode Ignis è un DLC più improntato alla narrazione, ma nelle prime fasi dell’avventura vi è la possibilità di liberare i quartieri di Altissia dalle forze militari Magitek, tenendo opportunatamente d’occhio il numero delle truppe disposte in campo con una visuale dall’alto. E’ una componente molto secondaria del gioco, tanto da essere del tutto eliminata nella seconda parte per lasciare il passo a una struttura molto più lineare.

Difatto Episode Ignis si potrebbe dividere quasi in due parti, una leggermente più aperta, e l’altra tendenzialmente lineare che alternerà qualche piccola fase stealth e spettacolari scontri in compagnia di Ravus, improbabile alleato che in questa piccola storia trova parzialmente spazio, e noi come lui gridiamo vendetta per il pessimo trattamento riservatogli nella campagna principale.

Comparto tecnico

Le nostre numerose lamentele forse hanno raggiunto anche gli studi di Square Enix: Episode Ignis è un DLC tecnicamente quasi impeccabile, capace di reggere i 30 fotogrammi al secondo su Xbox One anche quando i nemici abbondano sullo schermo, un miracolo insomma. Sicuramente da questo punto di vista la struttura più “chiusa” ha giovato l’ottimizzazione, mentre sussiste il noioso problema dei lunghi e interminabili caricamenti.

Emotivamente di grande impatto invece la colonna sonora, arricchita da brani inediti e altri remix che ben si sposano con l’epicità e la drammaticità degli eventi che vedranno coinvolti Ignis e Ravus.



Commento finale

Final Fantasy XV è stato vittima di un lungo e travagliato sviluppo. Episode Gladiolus, Episode Prompto e questo Episode Ignis, sono la più evidente testimonianza delle gigantesche lacune che affliggono la storia, un progetto multimediale troppo ambizioso incapace di reggersi sulle proprie gambe, ed è un grande peccato che sia necessario acquistare un Season Pass per avere delle delucidazioni su fatti e personaggi tagliati in modo così brusco dalla storyline principale.

Dimenticandoci per una volta le esigenze di narrazione, e buchi di trama vari, Episode Ignis è un DLC soddisfacente che propone al giocatore una storia molto emotiva fatta di sacrificio, sentimento e amicizia, ma non si dimentica anche del gameplay. Le precedenti avventure di Gladio e Prompto fallivano miseramente proprio in questi aspetti, riducendosi a dei banali contentini narrativi. Da questo punto di vista il lavoro svolto da Square Enix eleva Ignis un gradino più in alto rispetto agli altri due personaggi, la cui storia diventa un buon escamotage per approfondire anche Ardyn e Ravus.

Tra molti bassi e qualche alto, il primo anno di vita di Final Fantasy XV si è concluso, adesso attendiamo con curiosità di scoprire come si evolverà il titolo di Square Enix. 

Final Fantasy XV: Episode Ignis

4,99 Euro
Final Fantasy XV: Episode Ignis
7.5

Voto finale

7.5/10

Pros

  • Un racconto emotivo ma con dei toni epici
  • Ignis è davvero il migliore personaggio di Final Fantasy XV?
  • il combat system è molto più action
  • Ravus e Ardyn

Cons

  • Si esaurisce in fretta
  • La conquista dei quartieri è molto marginale
  • Il capitolo alternativo non ha senso

Commenta questo articolo