Final Fantasy XV – Episode Prompto – Recensione

Prosegue l’espansione di Final Fantasy XV con nuovi DLC. Ecco la nostra recensione di Episode Prompto

  • Nome completo – Final Fantasy XV: Episode Prompto
  • Piattaforme – Playstation 4/Xbox One
  • Producer – Square Enix
  • Developer – Square Enix
  • Distribuzione – Digitale (Contenuto scaricabile)
  • Data di uscita – 27 Giugno 2017
  • Prezzo: 4,99/ 29,99 Euro (Season Pass)

Dopo il deludente e trascurabile Episode Gladiolus, l’universo di Final Fantasy XV si arricchisce di una nuova avventura chiarificatrice intitolata Episode Prompto. Un DLC che mette ancora una volta da parte le avventure principali di Noctis per concentrarsi su quelle più solitarie dei suoi comprimari, in questo caso Prompto.

Il giovane biondino che rappresentava un po’ la spalla comica del gruppetto, è protagonista di una breve storia davvero particolare e profonda nella quale viene messo in risalto il lato più tormentato del ragazzo grazie a delle scottanti rivelazioni.

Non li chiameremmo proprio plot-twist, ma la loro efficacia viene meno nel momento in cui si realizza che contenuti di tale portata sono stati tagliati con l’accetta dalla storia principale. In circa due ore l’avventura chiarisce (o almeno ci prova) alcuni buchi, in precedenza illogici, nelle azioni e la tecnologia dell’Impero di Niflheim. Elementi che una volta incastonati nel terzo atto donano più sostanza alla lacunosa e discutibile scrittura adottata dagli sceneggiatori di Square Enix per questa quindicesima fantasia finale.

Ecco la nostra recensione di Episode Prompto!

Alla riscoperta delle origini di Prompto

final-fantasy-xv-episode-prompto-recensione-1

Non riveleremo le scottanti rivelazioni contenute in questo DLC, ma una breve nozione sulla trama è necessario riportarla. Le vicende sono ambientate parallelamente agli eventi del terzo atto di Final Fantasy XV. Quando Ardyn scaglierà giù dal treno Prompto, isolandolo nelle fredde lande ai confini dell’Impero di Niflheim.

Da qui in poi per Prompto inizierà un viaggio cruciale nel quale si esplorerà il suo travagliato passato attraverso brevi flashback che illustreranno la sua tormentata gioventù. Una gioventù che chi ha apprezzato la serie animata saprà sicuramente essere legata al bullismo e l’allontanamento da parte dei suoi coetanei per via della sua obesità. La guest star che aiuterà Prompto a ritrovare se stesso è l’affascinante Aranea, la caratteristica Dragoon incontrata già nell’avventura principale.

Le vicende si articolano sostanzialmente in due atti:

nelle prima parte dovremmo fuggire da uno dei laboratori dell’Impero, mentre nella seconda parte l’espansione cerca di scrollarsi di dosso la linearità in favore di una timida struttura parzialmente open world calata in una distesa innevata esplorabile a piedi oppure a bordo della motoslitta.

E proprio la motoslitta si occupa di veicolare una serie di quest secondarie necessarie per potenziarla in modo analogo alla Regalia. Queste attività consistono nella caccia di piccoli gruppi di mostri e allungheranno di poco una longevità che si attesta sulla media delle 2/3 ore complessive.

E’ sicuramente lodevole il tentativo di creare un qualcosa vagamente più variegato rispetto al precedente Episode Gladiolus, tremendamente lineare, ma con una spettacolare boss fight finale. Da questo punto di vista Episode Prompto fallisce nell’offrire invece un boss finale degno di tale nome, limitandosi all’emulazione di una breve fase shooter a modo Call of Duty sulla motoslitta.

Uno sparatutto RPG

final-fantasy-xv-episode-prompto-recensione-2

La vera nota dolente di questo DLC consiste però nel discutibile combat system costruito per l’occasione.

Se Gladio era il classico berseker robusto armato di spadone, Prompto è un minuto e abile tiratore. Per calare quindi nel contesto ruolistico le armi da fuoco sono state adattate delle meccaniche da sparatutto in terza persona mischiate a quelle del gioco principale come le schivate e le skill speciali.

L’esecuzione delle abilità è la medesima, il problema è che l’assenza di coperture automatiche e la legnosità dei comandi per impugnare le armi da fuoco rendono l’esecuzione esasperante a macchinosa. Per quanto le armi da fuoco siano centrali nell’esperienza di Episode Prompto, è stato introdotto anche un manganello per gli scontri ravvicinati, anche se la resistenza bassa del protagonista spinge inevitabilmente a giocare dalla lunga distanza alternando la pistola oppure le altre armi recuperate sul campo che includono fucili di precisione, bazooka e fucili d’assalto.

Prompto inoltre controbilancia la sua scarsa difesa con la sua agilità, elemento chiave da sfruttare proprio nella Boss Fight speciale contro Aranea che si sbloccherà terminando la campagna principale.

Nel complesso però questa sperimentazione di Square Enix è bocciata, e sarebbe bastato davvero poco per rendere divertenti delle meccaniche tutto sommato semplici da adattare al contesto. Altri RPG in passato hanno saputo adattare con efficacia fasi da shooter e ruolistiche, basti vedere la serie di Mass Effect. Qui per tutto il tempo si ha la sensazione che Square Enix abbia voluto emulare certi canoni occidentale ancora una volta in modo sbagliato.

Sul comparto tecnico ci limitiamo a riportare che proprio come Episode Gladiolus, anche questo nuovo DLC arriva su Xbox One minato da notevoli problemi di framerate nelle zone all’aperto e nelle situazioni più concitate.

Un déjà vu francamente spiazzante considerando che proprio su Xbox One, al netto di una risoluzione minore rispetto a PS4, il titolo base gode di un framerate quasi sempre fermo a 30. Nel caso di Episode Prompto i momenti più critici possono raggiungere anche i 15/20 fotogrammi.

Commento finale

Episode Prompto cerca di correggere i ritmi esasperati e lineari di Episode Gladiolus, ma i problemi notevoli questa volta si nascondono nel tremendo combat system adottato dagli sviluppatori, inutilmente macchinoso e frustrante.

L’approfondimento e l’importanza data al personaggio di Prompto gli donano ulteriore smalto, ma non possiamo proprio premiare la decisione di colmare i buchi di trama del terzo atto con dei contenuti a pagamento.

Se le vicende di Gladiolus potevano essere più o meno irrilevanti, nel caso di Prompto ci sono almeno due o tre rivelazioni potenzialmente interessanti ma che mancano del giusto pathos a causa dei tagli alla sceneggiatura.

Final Fantasy XV: Episode Prompto

6

Comparto grafico

7.0/10

Comparto sonoro

7.0/10

Storytelling

6.0/10

Gameplay

4.0/10

Pros

  • Una storia molto introspettiva
  • Leggermente più aperto e meno lineare

Cons

  • Il combat system è macchinoso e frustrante
  • I risvolti narrativi colmano alcuni buchi di trama, ma peccano anche di pathos
  • Persistono i problemi di framerate anche in questo DLC
  • Dura davvero poco

Commenta questo articolo