Gundam: Naohiro Ogata conferma i piani per la terza stagione di Thunderbolt e parla del live-action

Naohiro Ogata conferma che il progetto di Gundam Thunderbolt non è defunto

Si è tenuto lo scorso fine settimana l’Anime Boston 2019, evento americano dedicato all’animazione, al quale ha preso parte anche Naohiro Ogata, producer principale del franchise di Gundam, giunto ormai al suo 40° anniversario.

In occasione dell’evento CBR ha avuto modo di intervistare Ogata, in una discussione in cui si è parlato del fenomeno di Gundam, ma soprattutto di come il franchise stia riscuotendo grandissimo successo in Cina, un mercato in forte crescita che Sunrise intende valorizzare prossimamente con alcune serie animate ambientate proprio in questa regione dell’Asia.

Ma in particolare l’attenzione è ricaduta anche sull’atteso film in live-action che vedrà la luce prossimamente grazie alla collaborazione stretta tra la Legendary Pictures e Sunrise. Un progetto che in parte sarebbe stato motivato anche da una crescita del fenomeno dei Gunpla negli Stati Uniti, durante l’anno fiscale 2018.

E’ stato l’anno che ha visto la più grande vendita di sempre di Gunpla negli Stati Uniti, quindi credo proprio che in termini di accoglienza, Gundam all’estero si trova al momento in una posizione favorevole.

Il film da questo punto di vista potrebbe rappresentare una svolta per portare il franchise finalmente in tutto il globo, con la possibilità di mettere in moto anche una serie di produzioni legate a Gundam di stampo internazionale. Ogata inoltre fa notare che in questa espansione Sunrise giocherà sempre un ruolo importante, fungendo da principale supervisore.

Come noto, il Gundam ha già fatto la sua apparizione a Hollywood con il film di Stephen Spielberg, Ready Player One, e a quanto pare Ogata è stato parzialmente coinvolto per supervisionare la presenza del robot bianco nel film.

Quando sono in produzione loro non girano in maniera sequenziale le scene, quindi ho avuto la possibilità di vedere dove il Gundam avrebbe fatto la sua comparsa e ho detto, “E’ davvero bello, veramente fighissimo.”, ma non avevo idea di come lo avrebbero utilizzato, e quando finalmente ho avuto modo di vederlo in azione ho esclamato “Wow, sono davvero grato che abbiano utilizzato il Gundam in scene così importanti”.

Infine Ogata ha risposto ad una delle domande più gettonate degli ultimi mesi, Gundam Thunderbolt proseguirà?

Quello che posso dire al momento è che una parte dei motivi per cui non avete ancora visto nulla di Thunderbolt è perché stiamo aspettando che il manga continui a sviluppare la sua storia. Vogliamo ovviamente continuare, ma prima ci server il materiale su cui lavorare. L’altra parte invece riguarda anche il suo creatore [Yasuo Ohtagaki], afflitto da una tendinite che purtroppo al momento ci impedisce di scoprire le novità del manga, ma nel momento in cui arriverà dell’altro, spero che ci possa finalmente permettere di annunciare novità per Thunderbolt.

Fonte: CBR



Commenta questo articolo