Dragon Ball New Horizon: intervista allo sceneggiatore Lorenzo Longoni

La nostra intervista a Lorenzo Longoni, sceneggiatore del manga Dragon Ball New Horizon.

In questi giorni abbiamo avuto la possibilità di intervistare Lorenzo Longoni, co-creatore e sceneggiatore di Dragon Ball New Horizon, un doujin di fattura italiana che nasce come omaggio diretto all’opera di culto di Akira Toriyama, ma al contempo ne rappresenta anche un sequel ideale ambientato dopo gli eventi di Dragon Ball Super e Dragon Ball Z.

Ai disegni troviamo il bravissimo Raffaele Greco, il cui stile richiama proprio gli iconici disegni, tanto amati, del maestro Akira Toriyama.

Ecco la nostra intervista:

  • Immaginiamo la passione per Dragon Ball. Quando scatta l’idea di questo progetto?

Ho incominciato ad appassionarmi a Dragon Ball ed a tutto il mondo di Toriyama da poco prima delle elementari, pensate che siccome ci costringevano a stare a scuola fino alle 16:00 per fare il tempo pieno, obbligavo mia madre tutti i santi giorni a firmarmi le giustificazioni per andare a casa, vedere dragon ball in tv e poi tornare a scuola, invece di fare la ricreazione come gli altri.

Il progetto di Dragon Ball New Horizon è molto più vecchio di quanto possa sembrare, anni fa io e Raffaele eravamo Coinvolti nell’idea di disegnare uno shonen sui promessi sposi, ne parlammo anche a diversi fumettisti celebri come Claudio Sciarrone, poi però abbiamo pensato di buttarci su qualcosa che rappresentava l’infanzia di entrambi, in più, ciò che più di tutto mi ha convinto è l’incredibile capacità di Raffaele a replicare il tratto del Maestro Toriyama e la grande capacità di lasciare un suo segno distintivo. Posso dire con assoluta fermezza che in Dragon Ball New Horizon, c’è tanto di noi e meno Toriyama di quanto possa sembrare.

  • Dal trailer sembra che i personaggi di Uub e Cabba avranno un ruolo importante. Cosa puoi dirci in questo senso?

Le cose che posso per ora dire riguardante le figure di Uub e Cabba sono molto limitate, entreranno in azione sin da subito e sono loro (soprattutto Uub dato che è il vero protagonista del manga) i nuovi orizzonti che già il sottotitolo dell’opera ci annuncia, spero vi divertiate e vi immedesimiate in questi due favolosi personaggi.

  • A Marzo uscirà il primo capitolo. Quali sono i vostri piani per il manga? Sarà un solo arco narrativo, oppure volete raccontare più storie?

Di piani ed idee per quanto riguardo Dragon Ball New Horizon io ed i team sia di Ichnos Productions che quello di Kame Lab ne abbiamo a non finire, soprattutto per promuovere il progetto, quindi aspettatevi di tutto. Per quanto riguarda la storia voglio stuzzicarvi l’appetito dicendovi che gli archi narrativi fino ad ora tenuti in considerazione saranno tre, ed ognuno di essi affronterà una parte estremamente importante della vita di Uub e di ciò che saranno i suoi scopi, Uub infatti subirà cambiamenti sotto ogni punto di vista, inoltre per non lasciarvi a bocca asciutta, voglio darvi un ulteriore spunto dicendo che i tre archi narrativi avranno un comune denominatore che già si potrà intuire dal capitolo zero “I fiori del male”

  • Dragon Ball è uno degli shonen più anziani in circolazione. Con New Horizon vi rifarete alle “regole” del genere seminate da Akira Toriyama, oppure possiamo aspettarci una visione più personale di tutte quelle idee che per anni hanno fatto la fortuna del brand?

Nonostante l’enorme rispetto che abbiamo per il Maestro Toriyama e per l’immenso universo che ha creato, come già detto, con Dragon Ball New Horizon noi abbiamo intenzione di uscire dagli schemi e proporre una nostra idea di Dragon Ball, non ignoreremo né ciò che Toriyama ha creato in passato, né tantomeno ciò che Super scolpirà in futuro, nulla è lasciato al caso, e ci stiamo impegnando tantissimo per proporvi un’opera più coerente possibile, ma soprattutto di qualità, sia per quanto riguarda la storia che i disegni, naturalmente anche grazie al Formato Motion Comics a cura di Mattia Burro, vogliamo proporci veramente a tutti, non esisterà nessuna scusa per non doverlo leggere! È il NOSTRO personale prodotto però, non vogliamo confondervi le idee su ciò che Dragon Ball è stato o Diventerà ufficialmente.

  • Cosa ne pensi della nuova direzione intrapresa dal franchise con Dragon Ball Super?

Dragon Ball Super è stata una battaglia vinta, nonostante la mia iniziale e quasi totale repulsione sulla qualità dell’opera sia nei confronti di una serie animata mediocre sotto il punto di vista artistico sia di disegni che di animazioni oltre ad una storia approssimata, e poi accompagnato da un manga, che è solo un mero contorno rispetto alla sceneggiatura originale del Maestro Toriyama, beh nonostante questo, ho piano piano potuto apprezzare ed innamorarmi anche di Super in contemporanea all’aumento della qualità fino a raggiungere il top della forma soprattutto nella saga del Torneo del Potere. Ciò che Super sta costruendo con il nuovo arco narrativo sembra avere grossi punti in comune con ciò che sarà soprattutto il primo arco narrativo di New Horizon e la figura psicologica di Uub, nonostante sia Super un prodotto molto più vecchio del nostro, naturalmente dico tutto questo incrociando le dita, e se per caso non sarà così, di certo non ci fermeremo nella realizzazione di questo grande progetto, e vedervi ancora una volta a mani rivolte verso il cielo per donare la forza ai nostri (vecchi e nuovi) beniamini, come sempre VERSO NUOVI ORIZZONTI!

La pubblicazione del manga è prevista nel formato web comic a partire dal 15 Marzo 2019 con il Capitolo 0 in lingua italiana. In lavorazione anche gli adattamenti nelle lingue Inglese, Spagnolo e Giapponese.

Oltre al formato standard vi sarà anche una versione animata del manga, editata da Mattia Burro, con una sigla italiana completamente originale curata dalla band “IgnoranToon”.

Per seguire gli aggiornamenti sullo sviluppo del manga vi rimandiamo alle pagine social ufficiali di Dragon Ball New Horizon e Kame Lab.



Commenta questo articolo