Magic: Mono rosso, mazzo grosso… al Pro Tour Dominaria!

Domenica 3 Giugno, si è conclusa la tre giorni tra Draft e Standard che è stato il Pro Tour Dominaria, tenutosi a Richmond, in Virginia (USA)

Avendo seguito tutto il percorso, ho in primis due cose da dire:
1) Mengucci, “YOU WEREN’T READY!!!”. Scherzi a parte, ancora una volta il buon Mengu ci da scuola di forza di volontà. Nella sezione draft del primo giorno apre Karn e Teferi, il mazzo è stabile (anche se con una manabase che dire BRUTTA è dire molto poco) e riesce a schiacciare l’opponent facilmente in Game 1. Poi la sfiga di Flood in Game 2 e 3 sancisce la morte dell’italiano. Sarà per la prossima!

2)Top otto molto strana dal punto di vista della nomenclatura dei mazzi, ma che lasciava la speranza di vedere un Esper Control avviarsi verso la cima tra Rosso/Neri misti e due Mono Rossi che più aggro non li si poteva montare nemmeno per sbaglio.

Ed è proprio di quest’ultimo mazzo, pilotato da Wyatt Darby e che gli ha permesso di prendere in mano il suo primo trofeo, che mi accingo ad analizzare.

Prima di iniziare a porci le domande, vediamo insieme la lista che ha strappato la vittoria in finale ad un altrettanto agguerrito Gonçalo Pinto, che pilotava un altrettanto aggressivo Rosso/Nero.

Creature [26]

  • 4x Mago Sfregiaspirito
  • 3x Corriere di Bomat
  • 4x Khenra Scuotiterra
  • 2x Kari Zev, Predona di Avionavi
  • 4x Goblin Lanciacatene
  • 2x Distruttore delle Messe Ahn
  • 4x Hazoret la Fervente
  • 3x Fenice Rinfiammata

Spells [10]

  • 3x Colpo di Fulmine
  • 3x Shock
  •  4x Abrasione

Terre [24]

  • 24x Montagna

Al primo sguardo, vediamo subito come il primo punto forte del mazzo sia la sua semplicità: Un manabase monobasica (che fa e ha fatto la differenza a mio avviso), tutte le creature più aggressive del formato, Hazoret che ci fa anche da danno sicuro in faccia all’oppo nelle situazioni di stallo, 6 spari che fanno anche danno all’avversario (Colpo di Fulmine e Shock) e gli immancabili Abrasione che sono fondamentali in un meta di artefatti e Cuori di Kiran onnipresenti.

Ora, la lista di per se non presenta troppo complicanze a livello di carte in quanto essa è una evoluzione diretta del vecchio Mono Rosso nel periodo antecedente l’uscita di Dominaria, che ha arricchito di ben poco la lista (se non per il Goblin Lanciacatene, carta che ha saputo dire la sua ogni volta che è sceso in campo).

Per capire meglio come questo mazzo decida di rispondere ai mazzi degli avversari, andiamo a vedere l’elemento che ha permesso la vittoria incontrastata sull’avversario: la Sideboard

Side [15]

  • 3x Sconfitta di Chandra
  • 3x Combattere con il Fuoco
  • 3x Chandra, Fiamma di Sfida
  • 3x Latore di Gloria
  • 2x Mietitore dell’Etersfera
  • 1x Mappa del Tesoro

Ora, ho un piccolo dubbio sull’utilità della Mappa di side, ma per il resto si nota come Wyatt abbia ben capito quale fosse il gigante da abbattere in questo Pro Tour. Si, stiamo parlando delle mille salse del già sopracitato Rosso Nero che, nella top 8, si presenta in chiave Midrange, Aggro o Veicoli a seconda del numero di Cuore di Kiran presente nella lista.

Possiamo notare come, in questa configurazione della side, il neocampione abbia anche optato per la possibilità di diventare in Game 2 e 3 più midrange, rallentando il tutto ma avendo più “mordente” sul board, con Latore di Gloria che lo ha guidato verso la vittoria certa.

Non voglio dilungarmi molto, ho ancora tanto da testare con la lista del neocampione per vedere quali sono gli eventuali punti di forza nascosti di questo mazzo. Ma per ora divertitevi anche voi con un mazzo relativamente budget come questo -e se avete informazioni in più, non esitate a scriverlo nei commenti sotto!-.

Per oggi, dal vostro buon Sojobo è tutto.

Ma aspettatevi una stagione estiva ricca di articoli e di mazzi pazzi creati dalla mente bacata del sottoscritto!

Perché si, anche sotto il sole estivo si continua a Planeswalkare (dopo Petaloso, LO ESIGO NEL TRECCANI) duro!

Alla prossima, CM-walkers!

Commenta questo articolo