Play-Asia.com - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more

Dinasty: Dalla serie TV originale Netflix, la nostra recensione

Dinasty. Remake della celeberrima serie trasmessa in Italia negli anni ’80, viene ora riproposta in una chiave moderna

Questa nuova serie (considerata la diretta rivale di Dallas) è dunque adattata alle caratteristiche dei nostri tempi (vedremo un uso smodato di cellulari, internet e social network). Il ruolo di Blake Carrington, patriarca della famiglia protagonista, è interpretato da Grant Show, che negli anni ’90 ha fatto innamorare numerose teenager (e non solo), interpretando l’idealista (e un po’ sfigato) Jake Hanson, in un’altra famosa serie tv, ovvero Melrose Place.

Protagoniste femminili sono invece le avvenenti Elizabeth Gillies, nella parte di Fallon Carrington, figlia di Blake, e Nathalie Kelley, che invece impersona Cristal Flores, capo del dipartimento pubbliche relazioni della Carrington Atlantic, ma già dalla prima puntata si sposa con Blake, diventando quindi la sua nuova moglie (in precedenza però, ha avuto una storia d’amore, proprio con un dipendente del suo attuale marito). Un evento questo, che causerà numerosi contrasti familiari, e renderà la giovane consorte invisa perfino dal maggiordomo, che pare conoscere lati oscuri del suo passato.

Fallon, dal canto suo, è una ragazza estremamente ambiziosa e aggressiva, in forte attrito con suo padre che, secondo lei, non le ha assegnato, all’interno della loro compagnia, una carica adeguata alle sue reali capacità. Deciderà quindi di creare un’impresa propria, e per riuscirci non disdegnerà di allearsi con avversari storici di Blake. Non da meno sono i suoi appetiti sessuali, appagati dall’autista di famiglia, che sembra però realmente innamorato della giovane yuppie. Esattamente l’opposto è il fratello Steven (James Mackay), gay dichiarato, costantemente impegnato in cause a difesa dell’ambiente, ma i suo nobili propositi vengono spesso strumentalizzati dal padre, per un personale tornaconto.

Oltre agli attori principali, la storia è arricchita dalla presenza di numerosi personaggi comprimari, che si aggiungono col susseguirsi degli episodi, intensificando i vari intrighi (di natura familiare o aziendale, ma molto spesso i due aspetti si compenetrano a vicenda). Distribuita da Netflix (in Italia è partita il 12 ottobre, con un episodio a settimana), di certo incuriosirà chi ha seguito la versione originale, ma non lascerà deluso chiunque sia alla ricerca di intrecci amorosi e lotte per il potere.

Commenta questo articolo