Play-Asia.com - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more

Fate/Apocrypha: Originale Netflix – Recensione

Fate/Apocrypha. Opera tratta da una light novel in cui azione, magia ed esoterismo si fondono in un anime avvincente!

  • Titolo: Fate/Apocrypha
  • Anno: 2017
  • Formato: Anime
  • Genere: Fantasy
  • Stagioni: 1
  • Episodi: 12
  • Durata: 24 min.
  • Audio: Italiano
  • Distribuzione: Netflix

Anime tratto da una light novel (graphic novel in stile manga per un pubblico giovanile), di grande successo, in cui azione, magia ed esoterismo si fondono dando vita a episodi dalla trama avvincente e scene di grande impatto visivo, dove potenti stregoni e valorosi guerrieri, si scontrano in una feroce guerra segreta.

In questo mondo, la padronanza nell’utilizzo delle arti magiche, è attestata dall’appartenenza a uno specifico livello di gerarchia. All’apice troviamo i Master, in grado di evocare i Servitori, ovvero grandi eroi del passato, che si reincarnano con poteri sovrannaturali. Esistono anche gli Apprendisti, che studiano in vere e proprie scuole, con tanto di tutor e preside. Alcuni di loro, particolarmente ansiosi di partecipare a uno scontro impegnativo, vengono prontamente redarguiti, e relegati a più umili traguardi.



Un ambiente questo, che però è diviso da forti contrasti dalle origini remote, causando la nascita di due opposte fazioni: Master Neri e Master Rossi. Al centro della disputa vi è un’antica reliquia, il Graal Maggiore di Fuyuki, in grado di esaudire qualsiasi desiderio. Ma nel corso degli episodi si viene a conoscenza di altri reperti, in grado di fungere da catalizzatori per determinati incantesimi.

Il tipo di narrazione, ricorda molto i giochi di ruolo, a cui si può prendere parte, nella maggior parte delle fiere dedicate ai fumetti, mentre la scene d’azione sono molto affini, alle sequenze riscontrabili nei videogame. Per seguire la storia, è necessario prestare una certa attenzione, essendo la trama di ciascun episodio piuttosto complessa, ma di più semplice comprensione, proprio per chi ha una certa maestria coi giochi da tavolo sopra menzionati. L’abbondanza di spettacolari scene d’azione però, rende la serie abbordabile anche da parte di spettatori meno cerebrali.

Commento finale

Numerosi sono i richiami al passato, sia immaginario, come Re Artù e i Cavalieri della Tavola Rotonda, che realtà storiche come la Seconda Guerra Mondiale. I dialoghi sono sempre molto curati, senza disdegnare l’utilizzo di vocaboli forbiti, e mai banali, ma, al contrario, sempre funzionali al chiarimento di eventi prossimi o già accaduti.

Sarà facile affezionarsi a questa serie, la cui distribuzione, fuori dal Giappone, è curata da Netflix. L’importante è evitare di distrarsi, limitandosi a seguire le, sia pur emozionanti, fasi di combattimento. Gli intrecci sono davvero molto intriganti, e meritano un po’ della nostra concentrazione.



Commenta questo articolo