Francesca Urbinati: “Vi presento il mio NikiBatSprite”

francesca_foto

 

Sbarca su CartoonMag Francesca Urbinati, grafica e illustratrice di Gabicce Mare, qui per presentarci la sua opera a fumetto NikiBatsprite.

Benvenuta Francesca, raccontaci qualche cosa di te e del tuo Niki.

Ciao a tutti mi chiamo Francesca Urbinati, ho un’età compresa fra zero e infinito, sono di Gabicce Mare. Ho studiato presso l’Istituto d’Arte di Urbino, specializzandomi in animazione 3D e nel mentre disegnavo, leggevo, organizzavo giochi di ruolo online. Il tutto mi è servito per imparare ad interagire con gli altri, e poi scorpacciate di cartoni animati, libri illustrati, romanzi… qualsiasi cosa avesse una storia andava bene! Ho sempre disegnato, e nel 2010 ho potuto coronare il mio sogno di creare un fumetto: Niki Batsprite. Il bello dei miei personaggi è che sono venuti loro a trovarmi, attraverso la fantasia e certe bizzarre situazioni. Per diciassette anni mi sono preparata per lanciare questo progetto, nel 2011 l’esordio a Rimini Comix e ad oggi Niki Batsprite raggiungerà quota otto volumi, nella speranza di creare una raccolta e poi continuare, perché le idee non mancano.

niki-batsprite-vol-7-copertina

Hai cartoni, manga, anime, libri e fumetti che prediligi?

Me ne piacciono un sacco, ma allo stesso tempo non mi piacciono, vado molto a fasi. Per esempio Sailor Moon l’ho apprezzata in certi periodi della mia vita, meno in altri. Difficilmente trovo che qualcosa sia brutta, ritengo che ci sia sempre del buono. Spesso anche dalle opere che riteniamo inutili si può imparare cosa non scrivere, per dirne una. Sicuramente ho tratto molto dalla Disney e da George Lucas, di lui mi ha sempre attratto il suo gusto per l’epico e per la meraviglia. Spettacolari gli Aristogatti. Sono tutte opere che ti trasmettono la voglia di lasciare qualche cosa agli altri, ci sono tante persone e tanti libri da cui poter trarre insegnamento.

Hai delle fonti d’ispirazione per le tue opere?

In tutta sincerità i miei animali, come quelli disneyani, posso dire che comunicano tantissimo. Non utilizzando il nostro linguaggio, ci costringono ad entrare nella loro mente, è un processo interessante. Per i miei personaggi ho studiato gli animali e nulla è lasciato al caso: Niki, il protagonista della mia opera, è di colore viola. Il viola è un colore a metà fra il blu e il rosso, ho fatto questa scelta cromatica perché tutto ciò gli permette di mimetizzarsi perfettamente nei cieli in cui vive. Il fatto stesso di avere la criniera sulla schiena, è stato dettato dal fatto che in questa maniera è più difficile che venga attaccato dall’alto.  Il mio amore per gli animali lo riporto nella mia opera, studiando un modo per renderla più fruibile, ho creato animali antropomorfi, senza seguire uno stile precostituito.

francesca_schiavismo_dautore

Niki Batsprite è un’opera attraversata da note ironiche, è la stessa che utilizzi nella vita di tutti i giorni? Quanto c’è di te  in questo fumetto?

Devo dire che al di là del lato ironico, nel mio fumetto affronto anche le storie con un fine moralistico. Ammetto che alcune battute derivano da scorci di vita vissuta, tutti siamo un po’ come il protagonista Niki. Ognuno di noi cerca di barcamenarsi, ritagliarsi un proprio spazio, quello che cerca di fare lui, che non è un supereroe o un cattivo, è lui nella sua semplicità, un po’ come ognuno di noi. Chiunque si può identificare in un personaggio antropomorfo meglio che in uno umano, è questo il bello. Possiamo intraprendere assieme a Niki questo viaggio, fra numerose avventure in cui alle volte ha la meglio, altre volte no.

wallpaper_fumetto_niki_batsprite_cover_01_1920x1200-1024x640

Riguardo la grafica del fumetto, si notano accenni disneyani ma anche riferimenti alla cultura manga, che ne pensi?

Si, ho trascorso metà della mia vita disegnando in un modo e metà in un’altra, mi sono modificata nel tempo. Da piccola i manga non andavano così di moda come oggi, quindi verso l’età adolescenziale ho scoperto l’universo di anime e della Japan culture, e ho così avuto modo di cimentarmi anche in questo stile.

Alle matite Carlo Gemmani per il volume numero due, come nasce questa collaborazione?

E’ stata la prima collaborazione e ha realizzato gli interni, l’idea è quella di continuare a dare spazio a nuovi collaboratori, magari attraverso art work o copertine singole, anche per meglio gestire le tempistiche. Credo molto nelle collaborazioni, ogni giorno vengo contattata via email. Purtroppo a pochissimi è possibile dare spazio, alcuni sono molto giovani mentre altri non sono pratici di questo tipo di disegno. Se c’è capacità e una buona mano, volentieri.

niki_poster_06_when_the_world_shatters

Il rapporto con i lettori è importante?

Si molto, io vivo per i feedback, magari ho avuto una giornata orrenda poi la sera accendo il pc e scopro che qualcuno mi ha lasciato dei commenti positivi, ridandomi la carica. Le mie creazioni nascono con l’idea per far vivere emozioni, anche per questo motivo all’interno del fumetto, nella prima pagina c’è un breve editoriale introduttivo. Il target di riferimento è molto ampio, ed è anche un punto di forza perchè il fumetto può essere apprezzato da persone di età diverse. Nella storia vengono affrontate tematiche importanti, ma si dà anche spazio a personaggi “pucciosi” come gli Alfur, piccole creature attive e curiose che si prodigano per il benessere del mondo, che possono risultare più attinenti all’universo dei bambini. Alcuni genitori mi hanno raccontato che leggono i fumetti di Niki insieme ai loro bambini, tutto ciò mi rende molto felice.

Un personaggio di spicco, per tutti i bambini classico, è BlackShadow…

Si l’uomo nero è un mostro ricorrente della nostra infanzia, lo stesso Niki ha problemi a sconfiggerlo da solo. E’ una malvagia ombra scura col mantello ma non è un personaggio banale, perché lui sta cercando di riavere un corpo fisico, che non è un atto semplicissimo. Avremo modo di incontrarlo nei prossimi numeri.

niki-batsprite-comic-promo-vol-5

Per le scene in cui Niki vola come sei riuscite a realizzarlo?

Si Niki è un pipistrello umanizzato, con quattro arti e due ali, e questo pone delle difficoltà perché non corrisponde al modo canonico di ritrarre personaggi alati. Per questo ho osservato molto i falchi, gufi e i volatili notturni in generale che compiono acrobazie spettacolari. Per dare una visione migliore dei movimenti, ho osservato molti video di montagne russe, perché Niki fa volo acrobatico.

Che ruolo riveste l’aspetto tecnologico nel tuo lavoro?

E’ fondamentale, fa parte del mio modo di lavorare. Sono un tipo pignolo e la colorazione a mano non mi ha mai soddisfatta, per cui già ai tempi della scuola ho deciso di realizzare il tutto attraverso i vari programmi al pc per velocizzare i tempi e avere un controllo maggiore sul risultato finale. Mi piace molto sperimentare, io vivo nel web, l’unico contatto con persone interessate o con i lettori, oltre alle fiere, è quello. Da poco è disponibile una versione digitale e in PDF del fumetto, specialmente per il mercato estero.

niki-batsprite-vol-03-webcomic-cover-it

Vuoi ringraziare o salutare qualcuno?

Ci tengo ad invitare tutti a credere nei propri sogni, a non procastinare e a iniziare a realizzare le proprie idee: se ci sono riuscita io può riuscirci chiunque!

Un omaggio che Francesca ha voluto regalare ai nostri lettori, grazie mille!!!

dedica_intervista_veronica_lisotti_2013-01-09

 

Rivedremo Niki alla fiera di Marzo a Mantova, per maggiore info

Sito italiano: http://www.nikibatsprite.com

Sito inglese: http://en.nikibatsprite.com

Pagina Facebook: http://www.facebook.com/nikibatsprite

Twitter: @NikiBatsprite

Canale Youtube: https://www.youtube.com/user/MuniaEdizioni

Intervista di Veronica Lisotti

Commenta questo articolo