Pasquale Qualano, da sempre unito alla matita

pub-6418099014135224

Pasquale Qualano ben ritrovato sulle nostre pagine. Pasquale, fumettista molto noto in Italia e non solo, respiravi arte sin da piccolo, i tuoi erano scultori e incisori e sfogliando i libri di tuo padre hai iniziato ad appassionarti alle immagini con le loro storie. Cosa puoi dirci dei tuoi esordi e a quali disegnatori ti ispiri?

Non ho ricordi della mia infanzia che non siano associati ad una matita, sin dall’ arrivo dei primi cartoni animati tra cui Goldrake, cercavo di catturare quelle immagini in movimento. Mio Padre è un grande appassionato di fumetti in particolare di Tex ne ha una grande collezione. La mia passione inizia con lo sfogliare i primi albi CORNO in particolare l’uomo ragno. Nel frattempo proseguo i miei studi ed inizio a lavorare nell’azienda di famiglia di arte presepiale ed arte sacra come scultore. Durante gli anni trascorsi nella bottega a scolpire Santi, mi è capitato di eseguire  piccoli lavori per qualche indipendente Americana. In seguito incontro Giuliano Monni (editor del GG STUDIO) alla Fiera di Cava de Tirreni ed iniziamo insieme un percorso di maturazione del mio stile, il quale mi porta a lavorare per la MARVEL su SHE-HULK e successivamente con la GG STUDIO su un albo Fantasy THE ONE. I disegnatori a cui mi ispiro sono molti,  elencarli tutti è difficile, da ognuno cerco di catturare ciò che piu’ mi piace.

Collabori con il mercato fumettistico americano, quali sono le differenze che hai riscontrato rispetto al nostro?

In particolare nessuna il sistema di lavoro del GG STUDIO è praticamente uguale a quello statunitense.

Al momento ti occupi di un progetto The One in chiave medioeval fantasy per il GG Studio cosa puoi raccontarci?

Col numero 7 ho concluso il mio lavoro su THE ONE per il GG STUDIO, adesso collaboro  con l’ ASPEN COMICS  sia come copertinista  che come disegnatore su un oneshot SOULFIRE: GRACE Search for the Light che precede SOULFIRE  volume 4, è un crossover molto importante , cambiera’ totalmente il suo universo.

Copertinista per Moonstone, puoi svelarci qualcosa?

Come copertinista collaboro sia con MOONSTONE e ZENESCOPE ENTERTAINMENT in particolare per quest’ ultimi su GRIMM FAIRY TALES.

Uno dei tuoi sogni è disegnare le tavole di Conan il Barbaro, si fa largo questa possibilità?

In questo momento  lavoro ad altri progetti, tra questi anche la realizzazione di un videogioco per la 10th artstudio di Giandomenico Maglione e scritto da Tommaso Lionello Vitiello, per me  un esperienza nuova molto interessante e divertente. Disegnare CONAN è certamente uno dei progetti a cui aspiro, ma è difficile poter dire in anticipo cosa riserverà il futuro. Anche perché alcuni sogni nel cassetto li ho realizzati come quello di  lavorare sui personaggi creati dal compianto Michael Turner autore che ho sempre apprezzato.

In America le copertine dei fumetti hanno un ruolo di rilievo, quali sono le regole per realizzare una buona cover?

Il ruolo della copertina è molto importante, essa porta il lettore a focalizzare l’attenzione su di uno specifico albo, dato le numerose  uscite  pubblicate mensilmente negli U.S.A. . Le sue regole sono molto simili a quelle dell’ illustrazione  in essa bisogna creare  impatto e descrivere cio’ che accade al suo interno. Personalemente credo che la buona riuscita di una  cover stia nell’assemblare vari fattori tutti estremamente importanti: l’ editor che tra  le varie bozze a lui inviate sceglie la migliore, il disegnatore che da’ il massimo,ed un buon colorista che valorizzi il tuo lavoro.

Come definiresti il tuo stile?

Domanda difficile, negli anni si è evoluto, ma nei forum statunitensi ho letto di far parte del filone di MICHAEL TURNER, JOE BENITEZ, J SCOTT CAMPBELL…etc etc, credo che sia quella  la definizione piu’ giusta.

Segui e leggi fumetti? Quali personaggi apprezzi maggiormente?

Si leggo fumetti, ma io seguo piu’ il disegnatore che il personaggio, quindi preferisco acquistare albi o serie complete che contengano il lavoro dei miei disegnatori preferiti. Il  personaggio che preferisco è SPIDERMAN, sara’ perché ho iniziato a leggerlo sin da bambino , e poi parliamoci chiaro è di certo un personaggio alquanto singolare munito di un ironia insolita nei supereroi. I personaggi  che apprezzo sono molti ma lui rimane sempre il mio beniamino.

Progetti futuri?

Ci sono dei progetti in cantiere, ma per ora non posso parlarne.


Un saluto ai lettori di CartoonMag?

Ciao a Tutti e..STAY TUNED!

Veronica Lisotti: Google+

Commenta questo articolo