Play-Asia.com - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more

Pokémon Ultrasole e Ultraluna: Recensione (Nintendo 3DS)

I mostriciattoli tascabili salutano Nintendo 3DS con un capitolo ambizioso. Ecco la nostra recensione di Pokémon Ultrasole e Ultraluna!

  • Nome completo: Pokémon Ultra Sole & Pokémon Ultra Luna
  • Piattaforme: Nintendo 3DS
  • Producer: Nintendo, The Pokémon Company
  • Developer: Game Freak
  • Distribuzione: Digital/Retail
  • Data d’uscita: 17/Novembre/2017
  • Genere: JRPG
  • Versione Testata: Nintendo 3DS

Abbiamo teorizzato, abbiamo supposto, abbiamo scalpitato, e finalmente dal 17 novembre, abbiamo anche giocato, di cosa sto parlando?! Ma naturalmente della nuovissima coppia di giochi Pokémon, ossia Pokémon Ultra Sole ed Ultra Luna (da ora in poi abbreviato con USUM), due titoli “Finali” molto importanti, il perché è presto detto: USUM porrà fine alla settima generazione, al ventennio del brand, ma soprattutto saranno gli ultimi giochi della serie principale Pokémon su Nintendo 3DS dato l’annuncio fatto nel Nintendo Direct dello scorso E3, dove il presidente di The Pokémon Company International ha ufficialmente parlato del nuovo titolo già in sviluppo per Nintendo Switch e previsto per il 2018.



I due titoli precedenti Pokémon Sole e Luna (qui la nostra recensione) furono incompleti e questo lo si denota da un post lega ridotto all’osso, ed ad una storia finita quasi frettolosamente, lo stesso Shigeru Ohmori (director e producer di Pokémon Sole e Luna) disse in tal proposito che la maggior parte del team era al lavoro per il sopra citato futuro titolo per Switch, e che per abbreviare i tempi e stare nella tabella di marcia imposta da Game Freak e Nintendo è dovuto scendere a compromessi durante lo sviluppo.

Per quanto USUM però le tempistiche sono state a favore del team, che con una buona base già sperimentata dai precedenti titoli, ha saputo finalmente portare a termine la settima generazione per come doveva essere realmente, ma andiamo ad analizzare assieme i giochi passo dopo passo.

UNO SPIRAGLIO DI LUCE

Come già annunciato da Game Freak all’interno dei trailers, USUM non è assolutamente un sequel, tantomeno un vero e proprio rifacimento dei precedenti Sole e Luna, ma un gioco ambientato in una realtà alternativa, dove il corso degli eventi si sono verificati in maniera sostanzialmente diversa.
Mentre nei vecchi titoli la storia era abbastanza basilare, ossia effettuare il giro delle isole, battere la lega, catturare il leggendario e le Ultra creature Necrozma compreso (il che creò dissenso tra i giocatori perché Necrozma e le Ultra creature si trovavano semplicemente nell’erba alta con un accenno di trama quasi inesistente) in USUM ci sono grandi differenze in merito. La storia di USUM raggiunge vertici molto alti risultando a mio parere una delle storie più belle del brand, certo, l’incipit iniziale è identico a Sole e Luna, ma la crescita che subiranno eroi e personaggi durante il giro delle isole è incredibile, soprattutto per quanto riguarda l’odiatissimo Hau, rivale del protagonista, che qui avrà un’introspezione molto più profonda ed una crescita psicologica molto più solida e strutturata. La figura di Necrozma è il centro della questione, e subito viene raffigurato come un temibile Pokémon venuto da un’altro mondo tramite un Ultravarco che vuole nutrirsi della splendente luce di Alola, facendola piombare nel buio e nelle tenebre più profonde.

Un incubo ad occhi aperti quindi, che il nostro eroe dovrà affrontare con l’aiuto dei suoi amici e dei suoi Pokémon. Ad illuminarci riguardo a questi eventi è proprio L’ultra Pattuglia, venuta ad Alola da un universo dove Necrozma stesso ha rubato la luce. Non mancheranno certo le scene epiche, la lotta tra il parassita di luce Necrozma ed il leggendario in questione è particolarmente violenta ed epica, mentre davanti ai nostri occhi ci apparirà Necrozma Criniera del vespro o Necrozma Ali dell’aurora.

Scopriremo anche un dualismo nella figura di Necrozma, che si troverà costretto a parassitare i leggendari Solgaleo e Lunala già conosciuti in Sole e Luna. Il nostro compito sarà sgominare i piani del Pokémon prisma (Necrozma) ed affrontarlo nella sua forma più potente e pura. Di certo non può mancare un episodio extra, come accadde per Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha, infatti una volta che la storyline principale sarà compiuta, vecchi nemici torneranno, sotto un unico team, chiamato Team Rainbow Rocket (non vi nascondo che la componente nostalgia è veramente funzionale). Tra crescite di personaggi, ed una trama degna di nota, Pokémon USUM sà essere un ottimo titolo se preso come un vero e proprio gioco a se stante.

MA!

Un gigantesco MA si incide nella mente del giocatore, è vero, sicuramente USUM è un titolo ricco, pieno di novità ed una ottima componente narrativa, nonostante questo però ci sono alcune lacune che ahimè non sono giustificabili. Prima tra tutte e la troppa somiglianza con i titoli precedenti nelle fasi iniziali del gioco ed in alcuni intermezzi, a volte mi sembrava di vivere un dejvu, sicuramente questo non favorisce la fruizione a tutti, ed a volte può risultare “stancante” rivivere le stesse identiche scene e leggere gli stessi dialoghi già assimilati e metabolizzati con i capitoli precedenti, di certo per un giocatore che non si è approcciato a Sole e Luna può il concetto sopra espresso per ovvi motivi non è da calcolare. Un’altra cosa che ha fatto storcere il naso ai fan del brand è il fatto di non ritrovarsi veri e propri Pokémon inediti (fatta eccezione per le Ultra creature già annunciate, le forme di Necrozma compresa una terza ed un solo pokémon evento per ora non ancora disponibile), magari si potevano introdurre altre forme Alola (tanto amata novità precedentemente introdotta con la settima generazione) visto che la dimensione narrativa di USUM per ragioni di Lore si distacca da quella dei predecessori. Anche l’assenza del Pokédex Nazionale, ha lasciato ancora una volta tutti perplessi, soprattutto dopo l’introduzione da parte degli sviluppatori di oltre 400 Pokémon provenienti dalle vecchie generazioni.

NON FINISCE QUA!





Se credete che sia tutto per quanto riguarda USUM, vi sbagliate di grosso, infatti ci sono tantissime novità che renderanno il post lega degno di questo nome: primo tra tutti sono i mini eventi per la cattura delle Ultra Creature e dei leggendari, che avranno una loro corrispettiva micro trama, il viaggio negli Ultravarchi dove avremo l’opportunità di vagare per mondi sconosciuti per catturare Pokémon leggendari di vecchie generazioni, Pokémon speciali ed introvabili ad Alola e varcare i mondi delle Ultracreature (alcuni leggendari ed Ultra creature sono esclusive di una versione piuttosto che l’altra) in questi viaggi il range di incontro di Pokémon cromatici è più alto rispetto ad Alola, anche la funzione dell’Agenzia Lotta sarà un’ottima feature che ci metterà alla prova, ed infine il già citato episodio RR (Rainbow Rocket) una sottotrama ed una chicca per gli amanti del mondo Pokémon.

QUESTIONE DI TECNICISMO

Con grande piacere su New Nintendo 3DS si nota un leggero miglioramento rispetto alle precedente versioni, risultando più fluido e laggando meno nelle lotte in doppio e nelle Battle Royale, anche se c’è da dire che nonostante la fluidità, rimangono cali di framerate visibili che sforzano il gioco.

Anche alcune ambientazioni sono ritoccate con aggiunta di elementi estetici azzeccatissimi, ed anche questo per me è stata una piacevolissima sorpresa, rendendo il mondo di gioco sicuramente più vivo e meno spoglio. Le musiche sono molto evocative, ed alcune inedite, che fanno assaporare al giocatore qualcosa di nuovo, il che risulta piacevole e molto immersivo. Lo stesso vale per la qualità dell’arrangiamento delle vecchie colonne sonore, che sono una goduria per le orecchie dei fan più sfegatati.

Commento finale

USUM resta un grande miglioramento dei precedenti due capitoli conclusi per i motivi detti in precedenza troppo prematuramente, i limiti tecnici della macchina e delle memorie delle cartucce non permettono update o dlc, ed è chiaro che Game Freak ha dato il massimo per proporre ancora qualcosa di nuovo ed affascinante. USUM sono due titoli che restano sicuramente nell’Olimpo dei migliori giochi della saga. Consigliato sicuramente ai fan, ma soprattutto a chi non ha giocato a Sole e Luna, o chi vuole riprendere in mano il brand.

Un grande applauso a Game Freak che ha saputo nonostante un travagliato sviluppo sfornare un gioco narrativamente ricco e drammaturgicamente magistrale. Non mi resta che lasciarvi con la classica frase: GOTTA CATCH THEM ALL!!!



Pokémon Ultraluna e Ultrasole

Pokémon Ultraluna e Ultrasole
9

VOTO FINALE

9.0/10

Pros

  • Storia meravigliosa e diversa dai precedenti titoli
  • Colonna sonora migliorata
  • Ricchezza di funzioni e novità, rendono il gioco più longevo
  • Caratterizzazione artistica e culturale sempre ben presente
  • I fan rimarranno incantati riguardo a citazioni e novità

Cons

  • Ancora presenti cali di framerate
  • Molto spesso troppo simile a Sole e Luna
  • Assenza di nuove forme Alola e Pokémon inediti non annunciati dai trailer

Commenta questo articolo