Crash Team Racing: Nitro-Fueled – corse folli alla massima velocità

Crash Team Racing torna dopo vent’anni in una veste grafica tutta nuova… ma c’è anche molto altro. Ecco la nostra recensione del nuovo Nitro-Fueled!

  • Nome completo – Crash Team Racing: Nitro-Fueled
  • Piattaforme – PS4 / XONE /SWITCH
  • Developer – Beenox
  • Producer – Activision
  • Distribuzione – Disco, digitale
  • Data di uscita – 21 Giugno 2019
  • Genere – Racing
  • Versione testata – XONE

Negli ultimi anni quella dei remaster e dei remake è stata una moda non sempre positiva per il panorama del gaming e la sua varietà, con numerosi titoli usciti più e più volte solo per far guadagnare qualcosa in più con titoli già famosi e senza nessuna aggiunta sostanziosa. Nonostante questo, già all’annuncio del ritorno di Crash Team Racing eravamo tutti entusiasti: il capolavoro di Naughty Dog infatti avrebbe conquistato milioni di giocatori anche se fosse stato tale e quale alla sua prima uscita su Playstation, nel 1999. Scopriamo invece quali migliorie e modifiche sono state apportate in Nitro-Fueled.

Un ritorno che fa bene ai giocatori

Se già la N. Sane Trilogy aveva riscosso un gran successo, dimostrando che Crash è ancora oggi capace di appassionare i giocatori di tutto il mondo, CTR Nitro-Fueled ha puntato ancora più in alto. Il remake infatti non si limita a riproporre il gioco che conoscevamo già, ma lo amplia integrandovi – alla perfezione – personaggi e piste da Crash Nitro Kart, altro racing game uscito qualche anno dopo per Playstation 2, una veste grafica che dovrebbero invidiare persino i giochi più recenti, e soprattutto una corposa modalità online, che da sola basterebbe a rendere infinito il tempo di gioco.



Tutto il resto è rimasto invariato: l’avventura porterà Crash, o qualsiasi altro personaggio vogliamo, a esplorare i mondi pieni di gare, prove a tempo e sfide CTR da affrontare; corse contro i boss e sfide speciali per raggiungere il 100%, anche qui con l’aggiunta delle nuove piste, talmente ben integrate nella mappa dell’avventura che anche chi la conosceva bene potrebbe non accorgersi dei cambiamenti. Terminare l’avventura richiede ancora un tempo brevissimo, ma le sfide richieste per completare al 100% le mappe e la difficoltà generalmente abbastanza ostica possono regalare ancora più tempo all’esperienza.

Non si corre mai da soli

Il cuore di CTR Nitro-Fueled sta però nel multiplayer, altrettanto importante online quanto in locale, con la possibilità di giocare fino in 4 nelle più diverse modalità, dalle classiche corse singole e tornei fino alle divertentissime battaglie, anche queste con l’aggiunta di nuove mappe. In questo senso è graditissima anche l’aggiunta della personalizzazione, totalmente assente nel CTR originale, che un po’ à la Mario Kart permette di scegliere skin per i personaggi e di modificare telai, ruote, colori e adesivi delle auto, con possibilità sempre maggiori se consideriamo che già sono in uscita i primi contenuti aggiuntivi, tematizzati sul periodo dell’anno come ormai accade spesso nel modello free-to-play (ma per fortuna in Nitro-Fueled si possono acquistare oggetti e personaggi solo coi punti ottenuti giocando, e senza nessuna transazione reale).

Se il multiplayer locale rappresenta ancora il massimo del divertimento, i più competitivi non potranno che amare le modalità online, che espandono all’infinito le potenzialità di un gioco dal gameplay solidissimo e divertente in ogni situazione. Nelle prime settimane dall’uscita l’online ha avuto diversi problemi, ma sono già uscite le prime patch e le funzioni di rete sono già più stabili. Sperando in un’attenzione continua anche a questo aspetto, per ora possiamo dire che vale comunque la pena di connettersi e giocare.

Il peso del tempo

Come già accennato, ogni elemento di Crash Team Racing: Nitro-Fueled è stato completamente ricreato con dettagli e grafiche di tutto rispetto. Nonostante il gameplay sia fluido e funzionale, il peso di questa veste grafica si fa sentire nei lunghi e frequenti caricamenti, unica vera pecca del gioco insieme ai primi problemi riscontrati nell’online. Purtroppo è un compromesso, e c’è da dire che una volta scesi in pista il gioco è veramente uno spettacolo da guardare.



Commento finale

Che siate fan di vecchia data o che non abbiate mai giocato a Crash Team Racing, importa poco: Nitro-Fueled è un racing game estremamente godibile, sempre divertente, pieno di piste, contenuti e sfide, e con un online dalle potenzialità infinite. Se sentirete spesso il paragone con Mario Kart, è vero, la somiglianza c’è, ma Crash Bandicoot e il suo mondo di personaggi hanno uno stile tutto loro che saprà conquistare (di nuovo) i giocatori di tutto il mondo. Se non vi spaventano dei caricamenti un po’ lunghi, non avete altro da attendere per passare intere serate a gareggiare con amici in locale o da tutto il mondo.

Crash Team Racing: Nitro-Fueled

9

VOTO FINALE

9.0/10

Pros

  • Il vecchio Crash Team Racing... ma tutto nuovo!
  • Tantissimi contenuti, nuove piste e opzioni di personalizzazione
  • La possibilità dell'online espande il gioco all'infinito
  • Ancora uno dei giochi migliori per divertirsi tra amici

Cons

  • Caricamenti lunghi
  • Qualche problema con l'online nei primi periodi, ma per ora con un buon supporto dagli sviluppatori

Commenta questo articolo