LEGO DC Super Villains – Recensione (PS4, XOne, PC, Switch)

Essere cattivi non è mai stato così divertente. Ecco la nostra recensione di LEGO DC Super Villains

  • Nome completo – LEGO DC Super Villains
  • Piattaforme – PlayStation 4, Xbox One, PC, Switch
  • Developer –  Traveller’s Tales
  • Producer –Warner Bros Interactive Entertainment
  • Distribuzione – Digitale/Disco/Cartuccia
  • Data di uscita – 19 Ottobre 2018
  • Genere – Action/Platform
  • Versione testata – Playstation 4

Se c’è una certezza nella vita editoriale di una testata o blog, incentrata sul mondo dei videogiochi, è che ogni anno dovrà puntualmente parlare di un titolo LEGO, ripetendo con una certa costanza quelli che sono ormai i pregi e i difetti delle produzioni Traveller’s Tales.

Il fascino che contraddistingueva questo longevo franchise sembra ormai sfumato da tempo, colpa forse di una serialità neanche più annuale. I tempi infatti si sono ridotti alla semestralità; il tutto a discapito, forse, della qualità.

Ecco quindi che a distanza di pochi mesi da Lego The Incredibles, torniamo nuovamente sulle pagine virtuali del sito per discutere della nuova incarnazione digitale dei mattoncini danesi, ma questa volta i protagonisti non sono supereroi, bensì dei supercattivi eccellenti provenienti direttamente dal panorama DC Comics.

Dopo ben tre episodi dedicati a Batman e i suoi super amici, TT punta nuovamente i riflettori su una delle sue licenze più riuscite e apprezzate dai fan dei mattoncini con LEGO DC Super Villains. Sarà finalmente una boccata di aria fresca per il brand? Scopritelo nella nostra recensione!

Villains alla riscossa

LEGO DC Super Villains parte da un presupposto molto interessante che si rifà al ciclo di fumetti dedicato a “Il Sindacato del Crimine”, una versione alternativa e malvagia della Justice League, proveniente da Terra 3, e composta da controparti negative dei suoi membri. Ultraman è quindi il doppelganger di Superman, Owlman di Batman, Superwoman di Wonder Woman ecc.

Coloro che hanno una certa familiarità con il fitto multiverso DC Comics, sicuramente apprezzeranno la scelta di spostare i riflettori su questo gruppo di supercriminali, che tutto sommato rappresentano le perfetti antitesi degli eroi più conosciuti al grande pubblico.

Nonostante il titolo del gioco però, i giocatori non vivranno la storia dal punto di vista del Sindacato del Crimine, ma da quello dei villain stessi della Justice League, che inizieranno ad unire le loro forze sotto la guida di Lex Luthor e Joker per fermare questi impostori e riportare ordine nella catena naturale della giustizia. Può esserci un solo gruppo di criminali insomma.



La sceneggiatura imbastita dagli autori è decisamente esilarante, con una comicità che continua ad essere il vero punto di forza di un brand decisamente stanco sul versante dell’intrattenimento ludico vero e proprio. Come se non bastasse, LEGO DC Villains cerca di rendere il giocatore un vero co-protagonista della storia con un avatar vero e proprio completamente personalizzabile attraverso un ricco editor di opzioni. Inizialmente la personalizzazione è limitata, ma avanzando nella storia e sbloccando altri personaggi, il parco oggetti si amplierà, così come le abilità utilizzabili. Sarà infatti possibile creare un villain a propria immagine, magari un velocista capace di rimpicciolirsi con armi fisiche o poteri energetici.

Le combinazioni sono davvero numerose e le varianti altrettanto infinite. Una novità, questa dell’avatar, che abbiamo davvero apprezzato per il modo divertente in cui si integra nella storia attraverso le divertentissime cutscene.

A spasso per Gotham e Metropolis

La struttura messa in piedi dallo studio riprende quella di LEGO Marvel Super Heroes 2: abbiamo una città divisa in micro-quartieri ispirati a Metropolis, Gotham e le paludi, popolata da tante attività secondarie e punti di accesso per i livelli della campagna principale che, in piena tradizione con la serie, propongono fasi platform e action nelle quali bisogna combinare le varie abilità del party di criminali per superare gli ostacoli.

Sfortunatamente il concept alla base del gameplay resta invariato anche questa volta; l’unica novità in questo senso è data dalla progressione dell’avatar, che avanzando nei livelli sbloccherà abilità per espanderne la personalizzazione.

In compenso la presenza di un piccolo mondo liberamente esplorabile, con segreti tutti da sbloccare, alleggerisce quella noia intrinseca in altre ramificazioni del brand LEGO, strutturate interamente a livelli rigiocabili in modalità Gioco Libero.

Ed effettivamente è proprio la rosa dei contenuti, così come il parco personaggi che conta ben 160 elementi, a rendere questo DC LEGO Super Villains uno dei migliori tributi di TT al marchio dell’omonimo editore americano. Il problema di fondo è, come già detto, proprio la sua struttura già vista e rivista fin troppe volte, qui impreziosita da alcune aggiunte comunque gradite.

Comparto tecnico

Dal punto di vista tecnico il lavoro dello studio si attesta come sempre su standard piuttosto buoni, con un framerate solido, e una convincete realizzazione dei modelli. Senza dubbio riuscitissime sono le animazioni dei tanti personaggi presenti nel roster, ciascuno valorizzato a dovere per rispecchiare le controparti cartacee.

Da segnalare inoltre la presenza di diversi personaggi non tanto ispirati alle versioni fumettistiche, quanto alle loro più recenti incarnazioni live-action, sia serie TV che film. Alcuni personaggi come il Dark Arrow/Malcolm Merlyn, o ancora Batman e Superman, sono stati realizzati tenendo fede ai look dei loro attori visti in Arrow e Justice League.

Non sorprende da questo punto di vista la presenza di un Season Pass pesantemente influenzato proprio da contenuti ispirati alle serie TV di The CW e i prossimi film come Shazam e Aquaman. Molto buono anche il doppiaggio italiano, che ci propone alcune voci ormai storiche del panorama animato e televisivo DC.

Commento finale

LEGO DC Super Villains sfrutta il suo solito umorismo sfrenato per divertire i giocatori, senza proporre particolari guizzi innovativi, ma anzi, si limita a ripescare quanto già proposto in altre precedenti incarnazioni, impreziosendone l’offerta con novità risicate che puntano a coinvolgere maggiormente il giocatore nella progressione della storia. Ma a conti fatti è sempre il solito titolo LEGO che si ama o si odia, giunto per l’ennesima volta al traguardo con il fiato corto.


LEGO DC Super Villans

7

VOTO FINALE

7.0/10

Pros

  • Oltre 160 personaggi dall'universo DC
  • Storia divertente e originale
  • Molto profonda la creazione dell'avatar
  • Ottimo doppiaggio

Cons

  • Nessuna novità davvero rilevante
  • Il gameplay necessita di una seria svecchiata

Commenta questo articolo