The Wolf Among Us: Recensione

The Wolf Among Us penso sia una delle avventure grafiche più famose della Telltale Games e, secondo me, anche quella più sopravvalutata.

Il gameplay è quello solito della Telltale: punta e clicca, con qualche tasto da premere per le azioni. Premetto che ho sempre avuto delle aspettative molto alte per questo gioco, soprattutto perché l’inizio era davvero promettente ed era riuscito a rendere da subito interessante la trama. Andando avanti con la storia mi sono accorta del fatto che si stesse creando un vero e proprio mappazzone. Posso capire che il nostro ruolo sia appunto quello di indagare, ma la confusione e i momenti fuori luogo risultavano fin quanto fastidiosi. L’unica cosa che è riuscita a farmi continuare il gioco era la curiosità di sapere come sarebbe stato il finale e, malgrado i feedback positivi, posso dire di non essere rimasta del tutto soddisfatta da esso. Come quasi tutti sapranno, le scelte che si fanno nei giochi Telltale non contano davvero: In sintesi, potete anche mandare a quel paese tutti i personaggi e farveli nemici, il finale rimarrà uguale se non per qualche piccola differenza che sarà comunque di poco conto.



Continuando a parlare dei personaggi, ho ben poco da dire su di essi. Alcuni li ho trovati molto particolari, ma nessuno di essi è riuscito a trasmettermi delle vere emozioni. Le uniche cose che mi sono piaciute di The Wolf Among Us sono due:

– Il protagonista. È forse uno dei personaggi che mi è piaciuto più di tutti gli altri ed è anche uno dei motivi per cui ho finito il gioco.
– I dialoghi. Equilibrati al punto giusto.

Escludendo tutte le note negative posso dire che The Wolf Among Us non è un gioco che sconsiglio, ma se qualcuno fosse interessato a giocarlo gli direi di prenderlo in offerta o comunque a un buon prezzo.

Voto: 6.5/10